Il Tirreno

Giustizia: Zanettin, 'test psicoattitudinali per magistrati non sono scandalo'

28 novembre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Roma, 28 nov. (Adnkronos) - "Credo che non sarebbe scandaloso se fosse introdotto il test psicoattitudinale per i magistrati, come già succede per esempio per chi viene assunto in Polizia. Lo vedrei bene durante l’intera carriera, perché l’esperienza di tutti i giorni, evidenziata anche dalla stampa, dimostra che alcuni magistrati, strada facendo, anche per vicissitudini personali, un po' si perdono e non rendono da un punto di vista professionale come dovrebbero. Se fossero monitorati meglio nel percorso di carriera sarebbe certamente un passo avanti”. Così il senatore e capogruppo di Forza Italia in commissione Giustizia Pierantonio Zanettin intervenendo a Tgcom24. “Nel loro percorso di carriera, nel 99,99% dei casi i magistrati vengono promossi, diventando magistrati di Cassazione al massimo livello della carriera. In realtà sappiamo che non tutti magistrati sono uguali. Ce ne sono alcuni molto laboriosi e studiosi, che emettono sentenze pressoché perfette o comunque mai criticabili, e altri che, invece, molte volte commettono errori professionali, con sentenze riformate in appello e provvedimenti extra ordinem, talvolta un po' stravaganti. C’è la necessità che queste criticità vengano evidenziate in un fascicolo. Lo abbiamo chiesto nella scorsa legislatura ed è ciò che prevedono i decreti legislativi esaminati in Cdm. È un passo avanti sulla strada di una maggiore valorizzazione della professionalità del magistrato e contro le promozioni per tutti e sempre”.
Primo piano
Sull’asfalto

Tragedia al centro Porsche, chi era Mattia Ottaviano, il collaudatore morto: il ricordo dell’amico e quel post sui social

di Tommaso Silvi
Le nostre iniziative