Il Tirreno

Toscana

Elezioni

Europee, tre toscani eletti e due ancora in bilico. Ceccardi: «Appesa al basco di Vannacci»

di Barbara Antoni
Europee, tre toscani eletti e due ancora in bilico. Ceccardi: «Appesa al basco di Vannacci»

L’ex sindaca di Cascina: «Pronta per i prossimi cinque anni». Rimane legato all’opzione di Giorgia Meloni l’ingresso di Torselli nell’emiciclo di Bruxelles

12 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Due parlamentari europei eletti, altri due sul filo del rasoio. Dario Nardella (Pd) e Roberto Vannacci (Lega) sono i due toscani della circoscrizione Italia Centrale che andranno sicuramente a Bruxelles. E un’altra europarlamentare toscana eletta (in questo caso riconfermata) è Irene Tinagli, empolese: lei però era candidata nella circoscrizione Nord Ovest.

I due che invece sono legati all’opzione di altri candidati della propria lista sono Francesco Torselli (Fratelli d’Italia, che approderà nell’emiciclo europeo se Giorgia Meloni opterà per un’altra circoscrizione) e Susanna Ceccardi, europarlamentare uscente della Lega: nel suo caso l’opzione che la sta bloccando è quella di Vannacci, chiamato a scegliere il collegio dei quattro in cui è risultato vincitore.

Italia Centrale: gli eletti

Eligendo, il portale delle votazioni del ministero dell’Interno, ha pubblicato la lista degli eletti nella circoscrizione Italia Centrale. Cinque gli europarlamentari eletti provenienti da Fratelli d’Italia: Nicola Procaccini, Marco Squarta, Carlo Ciccioli, Antonella Sberna, Francesco Torselli (se Meloni opta per un altro collegio). Cinque anche per il Pd: l’ex segretario nazionale Nicola Zingaretti (124mila voti), l’ex sindaco di Firenze Dario Nardella (116mila), l’ex sindaco di Pesaro Matteo Ricci (103mila), Camilla Laureti; mentre per il giornalista Marco Tarquinio l’elezione è a rischio, subordinata al fatto che Elly Schlein opti per un altro collegio. Due gli europarlamentari eletti del Movimento Cinquestelle: sono Carolina Morace, ex calciatrice e allenatrice, e Dario Tamburrano. Un solo europarlamentare eletto per Alleanza Verdi e Sinistra: è Ignazio Marino, medico e già sindaco di Roma. Un solo nome anche per Forza Italia: è quello di Salvatore De Meo (se il vice primo ministro e segretario nazionale degli azzurri, Antonio Tajani, opta per un altro collegio).

Ceccardi ancora in bilico 

Infine la Lega di Matteo Salvini: potrà entrare anche Susanna Ceccardi, europarlamentare uscente e già sindaca di Cascina, se Vannacci opta per un altro collegio. «La mia rielezione? Siamo appesi ad un basco, quello del generale Vannacci. Dipenderà dalla circoscrizione che sceglierà, credo la scelta verrà decisa da Salvini. Io però sono tranquilla, dormo serena la notte», ha dichiarato Ceccardi al microfono di una trasmissione radiofonica della Rai , durante la quale è intervenuta anche sul caso Bossi: l’ex senatùr e fondatore della Lega che ha dichiarato, nei giorni delle Europee, di essere intenzionato a votare Forza Italia. «Ha dimostrato di non tenere alla Lega - ha sentenziato -, aveva la possibilità di votare tanti candidati leghisti, militanti da tempo, e credo che si siano sentiti traditi. Queste parole denotano che Bossi sia stato quantomeno mal consigliato», ha concluso Ceccardi, che ha contrassegnato la sua campagna elettorale anche con ripetuti inviti (anche attraverso volantini) a non votare determinati candidati di parte avversa, ma lei, piuttosto: da Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace, candidato per Avs, e Ilaria Salis, l’insegnante bresciana ai domiciliari a Budapest, candidata sempre per Avs, fino a due donne del Partito Democratico: la segretaria Elly Schlein e la giornalista Lucia Annunziata.

Ma la crociata ceccardiana, semmai, ha portato fortuna agli avversari: tutti eletti, e con molti voti. Da parte sua l’esponente leghista anche ieri, dal suo profilo social, non ha mancato di ribadire la sua disponibilità a rimettersi in gioco per un altro mandato a Bruxelles: « Il risultato ormai è consolidato: più di 33mila preferenze nel collegio! In Toscana sono la più votata del centrodestra dopo i capolista Meloni e Vannacci. Questo era il mio obiettivo e lo abbiamo raggiunto insieme. Sono pronta ad altri cinque anni di battaglie a Bruxelles, sempre al vostro fianco, senza mai mollare di un centimetro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sogni e racchette
Tennis

Wimbledon, si infrange il sogno di Jasmine Paolini: «Sono triste, ma devo sorridere. È stata una bella giornata»

Il tifo

Jasmine Paolini, il tifo del pubblico davanti al maxischermo a Bagni di Lucca

Sport