Il Tirreno

Toscana

Cultura

È morto a Grosseto Alberto Lecaldano, grafico ed editore di Voland

È morto a Grosseto Alberto Lecaldano, grafico ed editore di Voland

Protagonista della grafica editoriale italiana degli ultimi decenni, la casa editrice aveva portato letteratura straniera di qualità in Italia come Gospodinov e Nothomb

13 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





GROSSETO. Alberto Lecaldano, protagonista della grafica editoriale italiana degli ultimi decenni e socio della casa editrice Voland, di cui dal 2001 curava tutti gli aspetti grafici e di comunicazione visiva, è morto domenica 12 maggio all'età di 77 anni nella sua casa di Grosseto dopo una lunga malattia. La cerimonia funebre, in forma laica, si terrà mercoledì 15 maggio, alle ore 13, al cimitero di Sterpeto a Grosseto. Nonostante la malattia, Lecaldano ha lavorato fin quasi all'ultimo, disegnando le copertine dei libri in uscita da Voland fino al prossimo autunno.

Alberto Lecaldano, dopo una lunga convivenza, aveva sposato di recente l'editore Daniela Di Sora, che nel dicembre 1994 ha fondato a Roma la casa editrice Voland, che da allora ha offerto ai lettori narrativa straniera di alta qualità, curandone in modo particolare la traduzione, e che da anni più recenti ha nel suo catalogo anche ottimi autori italiani. «Quest'anno Voland taglia il traguardo dei 30 anni di attività e pensavamo di festeggiare la ricorrenza», ha detto Di Sora all'Adnkronos. «Ora non abbiamo più lo spirito per festeggiare».

Nato il 17 maggio 1946 a Treviso, Alberto Lecaldano si è occupato in gioventù di teatro, regia, scenografia e scrittura teatrale, collaborando anche con il regista Damiano Damiani. Grafico dal 1972 si è occupato di progettazione e coordinamento della immagine per l'industria, progettazione grafica per servizi alle aziende, editoria, riviste e prodotti stampati. Tra i fondatori della rivista "Progetto grafico", l'ha diretta dal 2003 al 2012, portandola a essere la più importante rivista di grafica italiana. Alberto Lecaldano ha insegnato grafica all'Università "La Sapienza" di Roma e grafica editoriale all'Isia di Urbino. Era il nipote di Paolo Lecaldano, uno dei creatori della storica collana Bur di Rizzoli. 

Le ultime
La tragedia

Valtellina, chi sono i tre militari del soccorso alpino della Guardia di finanza morti in Val Masino