Il Tirreno

Toscana

Toscana economia
La classifica

Antinori sul podio del vino: è il marchio italiano più ammirato nel mondo. Gli altri toscani nella top 50

Antinori sul podio del vino: è il marchio italiano più ammirato nel mondo. Gli altri toscani nella top 50

La graduatoria compilata attraverso le valutazioni di una Academy di esperti internazionali del settore

04 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Antinori è, ancora una volta, il marchio di vino italiano più ammirato del mondo. E se nel 2023 era stato il n. 1 assoluto, il nome che racchiude la storia e il prestigio di una famiglia che è nel business del vino da 27 generazioni, il gruppo guidato da Albiera Antinori, con le sorelle Allegra e Alessia, il padre Piero Antinori e l’ad Renzo Cotarella, è al n. 4 della The World’s Most Admired Wine Brands 2024 della rivista internazionale “Drinks International”, compilata attraverso le valutazioni di una Academy di esperti internazionali del settore.

Sul primo gradino del podio torna un altro dei nomi più importanti del vino mondiale, Familia Torres, dalla Spagna, davanti alla celeberrima Catena Zapata, dall’Argentina, e dal brand più importante di Australia, Penfolds. Ma oltre ad Antinori, come già avvenuto in passato, sono tanti i nomi del vino italiano tra i primi 40 al mondo. Al n. 10, ecco Gaja, simbolo indiscusso della Langhe del Barbaresco e del Barolo, della famiglia Gaja, guidata da Angelo Gaja (a cui Wine Spectator ha recentemente dedicato la sua storia di copertina, per la terza volta, ad oggi unico caso italiano . Al n. 30, conferma la sua presenza in classifica Planeta, una delle cantine che negli anni ha portato la Sicilia del vino alla ribalta mondiale, guidata dai cugini Alessio (già eletto come Wine Maker of the Year a fine 2023, dalla rivista Usa Wine Enthusiast), Francesca e Santi Planeta, mentre in posizione n. 31 sale una delle stelle di Bolgheri, Ornellaia, del Gruppo Frescobaldi.

Al n. 39, invece, un ritorno nella lista dei Top 50, ovvero Zonin, uno dei nomi più importanti della storia recente e del mercato internazionale del vino italiano, guidata dai fratelli Domenico, Francesco e Michele Zonin, mentre, al n. 45, ancora una conferma sulla lista 2023, che è quella di Frescobaldi, altro nome della nobiltà del vino di Toscana, guidata da Lamberto Frescobaldi. Seguita da un altro gioiello di casa Antinori, ovvero Tignanello, al n. 46.

Queste, dunque, le firme italiane della classifica 2024, che contempla il 50 marchi più ammirati del vino mondiale, realizzata guardando a parametri come la qualità e la consistenza del vino, il rapporto qualità prezzo, e la forza del lavoro fatto su brand e marketing.
 

Primo piano
L’addio

Morte di Mattia Giani, chiesa gremita per l'ultimo saluto al calciatore. La fidanzata: «Sarai sempre la metà del mio cuore»