Il Tirreno

Toscana

L'incidente sul lavoro

Gambassi, la motosega gli recide un’arteria mentre pota gli olivi: muore per shock emorragico. Chi è la vittima

di Matteo Leoni
Gambassi, la motosega gli recide un’arteria mentre pota gli olivi: muore per shock emorragico. Chi è la vittima

Il 59enne, di Firenze, è caduto mentre stava lavorando, aperta un’inchiesta

25 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





GAMBASSI TERME. Una caduta, la ferita profonda inferta dalla motosega che stava usando, il trasporto all’ospedale, i disperati tentativi dei sanitari per salvargli la vita. Claudio Rosi, fiorentino di 59 anni, non ce l’ha fatta. L’incidente è avvenuto questo pomeriggio poco dopo le 15,30 in un oliveto in località Bosco Tondo, nel comune di Gambassi Terme.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Empoli, il personale della Misericordia di Certaldo e gli ispettori della Asl. Da quello che è stato ricostruito, il cinquantanovenne si trovava su una scala, e stava potando un olivo con una motosega a catena. Improvvisamente, per cause in corso di accertamento, qualcosa è andato per il verso sbagliato. L’uomo ha perso l’equilibrio ed è caduto, trascinando con sé la motosega, ancora accesa, con cui stava lavorando. L’attrezzo gli ha provocato una profonda lesione all’altezza dell’ascella sinistra. Rosi ha iniziato a perdere molto, moltissimo sangue, e per lui non c’è stato nulla da fare.

L’incidente sul lavoro è avvenuto nel terreno di un’azienda agricola, riconducibile a una società con sede a Firenze. In queste ore sono in corso accertamenti per stabilire a che titolo l’uomo stesse facendo i lavori, per capire se era un operaio dell’azienda con regolare contratto ed escludere invece eventuali irregolarità. Quando è avvenuto l’incidente vicino a lui ci sarebbe stata un’altra persona.

Il trasporto disperato verso l’ospedale di Careggi non è stata sufficiente a evitare il peggio al cinquantanovenne. La motosega gli ha reciso un’arteria. Durante il volo con l’elisoccorso Pegaso, intervenuto data la gravità della situazione, i sanitari hanno tentato disperatamente di tamponargli la ferita.

Quando è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale di Careggi, l’uomo era ormai in stato di shock emorragico. Poi la situazione è rapidamente precipitata. Per oltre mezz’ora i medici dell’emergenza urgenza hanno tentato di salvargli la vita, ma le manovre rianimatorie, andate avanti per oltre mezz’ora, sono state vane.

Sul caso la procura di Firenze ha aperto un fascicolo. La salma è stata trasferita all’istituto di medicina legale, a disposizione dell’autorità giudiziaria.


 

Primo piano
Le celebrazioni

25 Aprile, piazza della Signoria gremita: Stefano Massini legge il monologo di Scurati – Video