Il Tirreno

Toscana

L’editoriale

Kate, la lezione della principessa non più sola: cosa dimostra quel gesto

di Cristiano Marcacci
Kate, la lezione della principessa non più sola: cosa dimostra quel gesto

Kate Middleton ha rivelato in un videomessaggio di avere un tumore e di essere sotto chemioterapia: un gesto che dimostra il coraggio della condivisione e la volontà di scendere dal trono della fortuna per mettersi al fianco degli altri

24 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





A cosa servono i prìncipi e le principesse se non a farci sognare un mondo migliore, a rappresentare un modello di comportamento, a dimostrare che per affrontare e sconfiggere le avversità siamo tutti alla pari? Kate Middleton ci serve. E ci è servito il suo videomessaggio in cui, con una postura dimessa e decisamente meno regale rispetto a come l’abbiamo conosciuta, ha confessato di avere un cancro e di essere sotto chemioterapia. Ai toscani, frugando nel baule dei ricordi, è balzato subito in mente Giovannino Agnelli. Lui – era il 1997, allora era presidente della Piaggio – addirittura non ce la fece, si arrese in pochi mesi a un tumore all’intestino. Aveva 33 anni e non gli mancava niente. Aveva tutto, compreso un futuro da patron della Fiat e dell’Italia imprenditoriale.

Come Kate. Ha tutto, comprese, come Giovannino, le risorse economiche per arrivare alle più disparate diagnosi e ad un ampio ventaglio di consigli per curarsi. Ma rispetto alla solitudine in cui la malattia ti può far piombare da un momento all’altro non c’è specialista al mondo che possa aiutarti. Ecco perché sono importanti per tutti noi quelle parole della principessa del Galles, pronunciate sulla scorta di un considerevole bagaglio di dignità e forza d’animo. Il coraggio della condivisione e della volontà di scendere dal trono della fortuna per mettersi al fianco degli altri. Soprattutto dei malati come lei. «Non perdete la fede o la speranza. Non siete soli».

Da venerdì sera Kate non è più sola. È diventata la principessa di tanti.

Primo piano
Le celebrazioni

25 Aprile, piazza della Signoria gremita: Stefano Massini legge il monologo di Scurati – Video