Il Tirreno

Toscana

Toscana salute
Salute

Morbillo in Toscana, perché è importante vaccinarsi

Morbillo in Toscana, perché è importante vaccinarsi

Sono offerti gratuitamente non solo ai bambini ma anche agli adulti

20 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Contro il morbillo è importante vaccinarsi e la Toscana offre gratuitamente questa opportunità non solo ai bambini ma anche agli adulti che di morbillo non si sono mai ammalati o che, quando erano bambini, non hanno potuto vaccinarsi o l’hanno fatto con una sola dose. 

Lo ricorda l’assessorato alla sanità della Toscana, dopo i focolai scoppiati nell’area vasta Nord Ovest e alcuni casi sporadici, davvero pochissimi casi, nell’Area vasta della Toscana centro e della Toscana Sud Est.  

 Il morbillo, che può avere complicanze serie (in particolare negli adulti), è tornato infatti a colpire dopo anni la Toscana, spiegano dagli uffici; i ventisette casi finora diagnosticati costituiscono un numero contenuto e il fatto che siano stati solo ventisette, nonostante il morbillo sia una malattia particolarmente contagiosa, lo si deve alle ottime coperture vaccinali, oramai consolidate, tra i bambini e alle misure messe in atto tempestivamente dalle aziende sanitarie. 

In questo periodo i casi di morbillo non sono aumentati solo in Toscana ma anche in altre regioni italiane e in alcuni paesi europei.  L’evidenza emerge dai dati del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (in acronomio Ecdc). 

La Regione Toscana, fanno ancora sapere dagli uffici dell’assessorato, è in costante contatto con le aziende sanitarie e sta monitorando la situazione e adottando tutti i provvedimenti necessari.

Primo piano
Maltempo

Meteo in Toscana, neve record fino in collina e 25 aprile col cappotto: le previsioni. Valanghe: scatta l’allerta

di Tommaso Silvi