Il Tirreno

Toscana

Il ritratto

Morto a 33 anni: chi è Filippo Gabriele, l’eroe toscano che salvò cinque vite


	Filippo Gabriele (foto gentilmente concessa dal Gazzettino del Chianti) morto nell'incidente in Alto Adige e la macchina distrutta
Filippo Gabriele (foto gentilmente concessa dal Gazzettino del Chianti) morto nell'incidente in Alto Adige e la macchina distrutta

L’uomo, originario di Impruneta, ha perso la vita in un incidente in Trentino. Il cordoglio del sindaco Lazzerini: «Rimane nei nostri ricordi...»

09 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





IMPRUNETA. Ha perso la vita in un tragico incidente stradale. Un impatto tremendo contro il guardrail che non gli ha lasciato scampo, a bordo della sua utilitaria sulla corsia nord della MeBo Merano-Bolzano poco prima dell’alba. Filippo Gabriele, 33 anni, era originario di Impruneta ma tra le montagne del Trentino Alto Adige aveva trovato la sua seconda casa. A Impruneta era molto conosciuto e oggi tutta la comunità piange la scomparsa di un giovane che si è sempre distinto per il suo altruismo e il suo coraggio. Prima il salvataggio di quattro persone in un incendio nel 2021, nel pieno del lockdown per la pandemia Covid, poi la scorsa estate quello di un uomo che aveva tentato il suicidio.

Ha salvato cinque vite

Stando a quanto riporta il Gazzettino del Chianti, è il 10 marzo del 2021 e Filippo Gabriele, che lavora in un ristorante a San Candido (Bolzano) mentre sta effettuando delle consegne a domicilio, si rende conto che da un’abitazione esce del fumo. Prova a urlare per farsi sentire ma nessuno risponde. Avvisa i vigili del fuoco ma la situazione è drammatica e Gabriele si rende conto che non c’è tempo da perdere. Da una finestra vede che all’interno ci sono i genitori e due bambini: entra e li porta fuori salvandoli dalle fiamme. 

A giugno dello scorso anno invece, Filippo Gabriele si trova a Firenze e sta lavorando insieme a un collega quando su un ponte sul Mugnone nota un uomo in piedi sulla spalletta. È visibilmente scosso. Anche questa volta l’intervento di Gabriele è provvidenziale: insieme al suo collega lo convincono a scendere e gli salvano la vita. 

Il cordoglio del sindaco

Due imprese eroiche che oggi sono state ricordate anche dal sindaco di Impruneta, Riccardo Lazzerini in un post su Facebook. «Non è una buona giornata per la nostra comunità – si legge nel post sulla pagina del primo cittadino – perdiamo un giovane ragazzo che ne ha sempre fatto parte, tutti o molti conoscevano Filippo Gabriele che si era reso partecipe di un paio di eventi di grande generosità verso gli altri, salvando vite umane. La vita, poi, è davvero strana e da oggi, Filippo rimane nei nostri ricordi... sicuramente rimane quel sorriso di un giovane imprunetino. Condoglianze alla sua famiglia...».

Primo piano
L'indagine

La lista dei farmaci introvabili: parkinson, diabete o epilessia, ecco perché curarsi diventa impossibile

di Martina Trivigno
Le nostre iniziative