Il Tirreno

Il grande evento

Tutto sul Carnevale di Viareggio 2024: programma, ospiti, carri, l'inno di Elio e come acquistare i biglietti

di Gabriele Rizza
Tutto pronto per il Carnevale di Viareggio 2024
Tutto pronto per il Carnevale di Viareggio 2024

Oltre alle classiche sfilate per un totale di 29 composizioni allegoriche ci sarà un corposo ventaglio di eventi collaterali: concerti, spettacoli musicali,conferenze e molto altro

31 gennaio 2024
4 MINUTI DI LETTURA





VIAREGGIO. Il Carnevale di Viareggio 2024, spalmato in quattro tappe, sei corsi mascherati in programma il 3, l’8, l’11, il 13, il 18 e il 24 febbraio, guardato a vista da Burlamacco e Ondina, compie la bellezza di 151 anni. Felicemente e coerentemente portati. Vetrina del tempo libero e del divertimento, laboratorio di creatività artigianale e giacimento operativo di antichi saperi, ma anche specchio del tempo presente, con le sue falle e le sue contraddizioni, i suoi rischi e le su minacce, che puntualmente la sfilata dei carri sul lungomare denuncia con allegra ironia ma non per questo con minore consapevolezza.

Come Rio
«La Toscana attraverso il Carnevale di Viareggio – ha sottolineato il presidente Eugenio Giani all’atto della presentazione svoltasi a Firenze a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della giunta regionale – fa risaltare i suoi tratti caratteriali legati all’ironia, alla battuta, allo scherzo, alla sagacia ma anche alla fantasia nel costruire carri che contengono temi internazionali e focalizzano aspetti di stretta attualità. Ritengo che il Carnevale di Viareggio sia un evento mondiale che nulla ha da invidiare alle manifestazioni dello stesso genere che si svolgono in Paesi, come quelli dell’America latina, che tradizionalmente sono vocati a questa festa. L’appuntamento viareggino, che anche quest’anno la Regione ha finanziato con un milione di euro, e che ogni anno porta nelle piazze e nelle strade non solo divertimento e spensieratezza ma anche iniziative di impegno e riflessione, è un momento che abbiamo ritenuto perfetto per tornare a ribadire l’importanza della liberazione dell’attivista iraniana e premio Nobel per la Pace Narges Mohammadi, imprigionata dalle autorità di Teheran dal maggio 2016. Per questo il 13 febbraio, martedì grasso, sarà approntato un tavolo per la sottoscrizione dell’appello per la liberazione di Narges Mohammadi che da oggi potrà essere sottoscritto anche online sul sito istituzionale della Regione».
Cittadella sicura
Gli fa eco la presidente della Fondazione Carnevale di Viareggio Marialina Marcucci: «Il contributo della Regione ha una funzione fondamentale perché viene investito per rendere più sicuri gli ambienti della Cittadella per chi ci lavora, renderli autonomi energeticamente, ridurre anche i costi dell’energia per le aziende artigiane e per rendere più belli i nostri musei che sono cresciuti da seimila visitatori paganti a oltre trentamila. Questo aiuta concretamente Viareggio e la Toscana ad avere durante tutto l’anno luoghi da visitare che ne raccontano e attraversano la storia. La rinascita dei Carnevali significa promozione di tradizioni che danno felicità al nostro Paese ma che rappresentano anche grandi motori economici per tutta la penisola».

Il programma e gli ospiti
Venendo al programma. Oltre alle classiche sfilate dei carri per un totale di 29 composizioni allegoriche (nove di prima categoria, quattro di seconda, otto mascherate in gruppo e altrettante isolate) - vere passerelle emotive che rileggono la contemporaneità promuovendo riflessioni e scelte per un futuro migliore e sostenibile - ci sarà un corposo ventaglio di eventi collaterali che comprende una serie di concerti, spettacoli musicali, ospiti, conferenze, presentazioni editoriali per finire con una sequenza espositiva autorevole quanto originale. Si va dal futurismo di Lucio Venna e dalla metafisica di Giorgio de Chirico alle immagini fotografiche di Nino Migliori, dall’omaggio al maestro del Carnevale Beppe Domenici nel centenario della nascita al tributo dell’arte a Burlamacco, dai disegni di Sergio Staino agli scatti di Massimo Sestini dedicati alle donne lavoratrici della Toscana (e fra loro c’è anche una carrista) per finire con il progetto curato da Maurizio Vanni, focalizzato sulla “mela”, simbolo di condivisione attraverso incontri, installazioni di urban art e una selezione di bozzetti per carri e mascherate del passato. Sono attesi a Viareggio Myrta Merlino e Marco Tardelli (Premio speciale Carnevale 2024, ospiti del corso di apertura), la Gialappa’s Band (Premio Burlamacco d’oro), Marianna Aprile (Premio Ondina d’oro), Elio e Rocco Tanica in concerto giovedì 8 insieme a Mirco Mariani che con Elio ha firmato l’inno ufficiale del Carnevale 2024, la canzone “Farina, carta e colla”. I biglietti per le sfilate sono in vendita alla Cittadella del Carnevale e online sulla piattaforma vivaticket. Info 0584580740.

Primo piano
Il caso

Pisa, neonato portato via dall'ospedale Santa Chiara: il padre rintracciato a Calci ma il bimbo non si trova

di Andreas Quirici e Martina Trivigno
Le nostre iniziative