tempo-libero

Il “fenomeno Shamzy”: la storia di Andrea, il super tiktoker toscano: «Così con i miei video ho conquistato i social» - Video

Il 17 settembre il primo spettacolo a Montecatini «Sono carico ed emozionato. La mia forza? Il politicamente scorretto, ma con leggerezza»


21 giugno 2022 Tommaso Silvi


«Quando la gente mi riconosce per strada sono felice. Mi piace che mi venga chiesto un video personalizzato, o una foto. A qualcuno le attenzioni dei fan danno fastidio, a me invece fanno godere».

Genuino e diretto. Così ha conquistato il web. Raccontando la vita quotidiana con ironia e una spruzzata di politicamente scorretto. «Un filo sottile su cui bisogna sapersi muovere. I numeri dicono che per il momento ci sto riuscendo. Quello che faccio piace alla gente». E ora anche il primo spettacolo a teatro.

Andrea Di Raimo, classe 2000, – conosciuto sui social come Shamzy – il 17 settembre (inizio alle 21) sarà al Verdi di Montecatini con “A casa Mia!”. I biglietti sono in vendita su TicketOne. Intanto, il fenomeno di internet originario di Cerreto Guidi, ha parlato senza freni a TirrenOn, la rubrica Instagram de Il Tirreno. Partendo dai suoi inizi, da adolescente.

«Ho cominciato facendo video di gaming, ovvero dei filmati mentre giocavo ai videogiochi. Poi mi sono fermato e ho ripreso nel 2019 con contenuti comici. E mi sono subito accorto che riuscivo ad attirare sempre più pubblico. Interpreto diversi personaggi, dalla casalinga allo studente universitario». L’habitat naturale di Shamzy è TikTok, ma anche su Instagram il seguito è notevole: 305mila followers.



Oggi, con i suoi video, Andrea si è creato un lavoro vero. Tanto da abbandonare gli studi. «Nel marzo 2021 – racconta – ho detto basta con i libri, dopo aver dato tre esami a giurisprudenza e aver frequentato anche la facoltà di storia. Mi dedico tutto il giorno alla produzione di nuovi video». Accanto ad Andrea Di Raimo c’è Ginevra, la sua fidanzata. Ha vissuto con lui l’esplosione di popolarità.

«È molto strano andare in un locale e trovare decine di persone che ti fermano e ti chiedono una foto. Sia io che lei non ci eravamo abituati, ma è bellissimo», dice ancora Shamzy. Andrea si gode il successo, e lo condivide anche con i genitori. Che inizialmente non credevano molto alla carriera da comico del figlio. «Non capivano, temevano un fallimento. Poi hanno visto che le cose andavano bene, e allora hanno cominciato a sostenermi», racconta. Dal mondo virtuale dei social al teatro.

Il 17 settembre al Verdi di Montecatini Andrea vedrà per la prima volta il suo pubblico dal vivo. «Quando posti video vedi i numeri delle visualizzazioni. Ma avere di fronte delle persone reali sarà completamente diverso. Sono emozionato, ma allo stesso tempo carico», confessa Shamzy, che intanto si diverte in vacanza.

«La mia famiglia ha una casa a Sabaudia. E pure lì le persone mi riconoscono. È un momento magico – conclude Shamzy – spero che non finisca».

RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.