Il Tirreno

Sport

Atp cup in australia 

Azzurri in campo il due gennaio L’esordio contro i padroni di casa

Vezio Trifoni

31 dicembre 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Vezio Trifoni

La stagione 2021 è appena andata in archivio con ben due italiani tra i primi 10 giocatori al mondo ed è tempo di pensare al 2022. Sabato prende il via l'Atp Cup; presenti a Sydney undici dei primi quindici giocatori del mondo, ma l'Italia (finalista nella scorsa edizione) è l'unica nazionale al via con due top-10. Tra gli azzurri ritorna in campo Matteo Berrettini (n.7 Atp) che insieme a Jannik Sinner (n.10 Atp) che è stato il protagonista dell'ultima parte di stagione azzurra «La Davis dà una sensazione particolare perché giochi per tutto il team, provi emozioni diverse. C'è più responsabilità e questo ti fa crescere. Il doppio lo devo ancora imparare, ma ho cercato di apprendere da Fabio Fognini - ha detto Sinner -. Qui vinciamo come squadra e perdiamo come squadra». Insieme ci saranno Lorenzo Sonego (n.27 Atp), Fabio Fognini (n.37 Atp) e Simone Bolelli (n.25 Atp in doppio). Saranno i primi a debuttare con la nazionale italiana nell’Atp Cup, gara a squadre con un montepremi complessivo di 14 milioni di dollari che si disputa dal 1° al 9 gennaio a Sydney in due sedi differenti, entrambe nell’Olympic Park, e che vedrà in campo molti tra i più forti del ranking. L’Italia esordirà domenica 2 gennaio contro l’Australia di Alex de Minaur, padrone di casa. Poi il team di Filippo Volandri giocherà con la Francia di Ugo Humbert, n.35, privi però del formidabile doppio Herbert-Mahut (nella notte tra lunedì 3 e martedì 4 gennaio). Il team transalpino ha sostituito l'Austria priva di Thiem e Novak. L'ultima sfida con i campioni in carica della Russia con la presenza del solo Medvedev mentre Rublev e Karatsev non ci saranno perchè positivi al Covid (6 gennaio). Lo scorso anno la finale fu proprio tra gli azzurri e i russi che hanno conquistato nel 2021 entrambe le coppe a squadre. A livello individuale nella prima settimana del circuito maschile (3-9 gennaio) rispetto allo scorso anno si disputano anche due tornei Atp 250: ad Adelaide, dove nell’entry-list del main draw guidata da Gael Monfils sono iscritti Lorenzo Musetti (n.59 Atp) e Gianluca Mager (n.62 Atp), e a Melbourne (quasi sicuro il forfait di Nadal positivo al Covid: il numero uno dovrebbe essere Reilly Opelka), dove ci sono Stefano Travaglia (n.78) nel main draw, Marco Cecchinato e Andreas Seppi nelle qualificazioni.

Per quanto riguarda il circuito femminile sono in programma un Wta 500, ad Adelaide, dove rientra la numero uno del mondo Ashleigh Barty, e c’è Lucia Bronzetti, mentre Lucrezia Stefanini è fuori di tre posti, e due Wta 250 a Melbourne, dove nell’unica entry-list per il main draw (guidata da Anastasia Pavlyuchenkova e Naomi Osaka) ci sono Camila Giorgi (n.33) e Jasmine Paolini (n.53).

«La partita giocata alla pari contro Vika Azarenka mi ha convinto - dice Jas - delle mie chance anche fuori dalla terra battuta» mentre nell’unica entry-list delle qualificazioni sono presenti Martina Trevisan (n.112 Wta) e Sara Errani (n.120 Wta).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Scuola

Maturità, le tracce della prima prova: Ungaretti, Pirandello, l’atomica e i social