Il Tirreno

Sport

calcio

Insigne va in Canada, accordo a un passo

Paolo Carletti
Insigne va in Canada, accordo a un passo

Guadagnerà 10 milioni per 5 anni. Proposta della Juve per Scamacca e tanti sul mercato. Al Milan piace Barak (Verona)

29 dicembre 2021
3 MINUTI DI LETTURA





La Juve che si appresta a una rivoluzione (se riuscirà), il Milan e l’Atalanta che cercano rinforzi mirati (come l’Inter che però starebbe bene anche così), Lazio e Roma cercano soluzioni nei ruoli “deboli” per mettersi al riparo da eventuali assenze, la Fiorentina che ha già piazzato il colpo Ikoné come il Sassuolo che si è assicurato Boga. Calciomercato movimentato.

In casa Juve sono vacanze di lavoro per la dirigenza. Sul mercato potenzialmente c’è più di mezza squadra. Ramsey dovrebbe andare in prestito in premier, Arthur potrebbe essere al centro di uno scambio col Psg, Rabiot per ora non sembra avere mercato per l’ingaggio oneroso, mentre Kulusewsky e McKennie interessano al Tottenham. Insomma, si cerca di vendere per prendere subito l’attaccante Scamacca dal Sassuolo (30milioni l’offerta), e rinforzi di qualità a centrocampo sempre che ci siano i soldi delle cessioni. Di De Light che Raiola vorrebbe piazzare al Barcellona se ne parlerà (forse) a giugno.

Ma la notizia che ha polarizza ieri il calciomercato riguarda Lorenzo Insigne. L’attaccante del Napoli (in scadenza) avrebbe ceduto alla corte del Toronto che gli assicura un contratto di cinque anni a 10 milioni netti (il Napoli voleva rinnovare offrendo 3,5). Un’occasione per il 30enne azzurro e una perdita notevole per la squadra di Spalletti che comunque si consumerebbe a fine campionato.

Per quanto riguarda la Roma, arrivano conferme dall’Inghilterra sul possibile arrivo di Ainsley Maitland-Niles: il “Mirror” parla di operazione vicina alla chiusura, col 24enne difensore-centrocampista – appena 263 minuti in stagione in Premier League – che si trasferirebbe dall’Arsenal in prestito con diritto di riscatto. Mourinho vuole anche Grillitsch (centrocampista austriaco dell’Hoffeneim), ma i giallorossi trattano in alternativa Kamara del Marsiglia.

Uomo mercato è diventato grazie alle sue prestazioni con il Verona (anche se ora è infortunato alla schiena) il centrocampista offensivo, ma bravo anche a difendere, Antonin Barak. Il ceco sembra interessare al Milan ma costa 20 milioni, ma in ballo ci sarebbe anche un possibile scambio con l’Atalanta con l’attaccante russo Aleksey Miranchuk, alternativa a Simeone, ultimamente un po’ bloccato dopo la partenza choc in campionato. L’Atalanta dopo aver preso Boga non lo dice espressamente ma vorrebbe sfoltire l’attacco, molto affollato. A parte i contatti con il Verona da tenere d’occhio la situazione di Muriel. Il colombiano, quasi mai titolare e sempre in gol, potrebbe essere la carta a sorpresa di qualche big (Juve, Milan) che cercano alternative in attacco. Si parla sempre di prestiti o scambi perché soldi dal 3 gennaio ne circoleranno davvero pochi, almeno in Italia.

La Lazio vuole risalire la classifica e Sarri chiede rinforzi. Un difensore per la fascia sinistra e un vice Immobile. Piace Kurzawa del Psg, ma la trattativa non è semplice. Per l’attacco Hudson-Odoi del Chelsea.

Il Napoli è atteso da un mese terribile: tra Coppa d’Africa e Covid Spalletti perde i pezzi migliori. Ceduto Manolas all’Olimpiakos. La priorità è un centrale, che potrebbe essere Szalai del Fenerbahce.

Capitolo Milan. Il centrocampista Yacine Adli già preso dal Bordeaux potrebbe arrivare in anticipo, a gennaio. Difensore centrale Botman del Lille. Si guarda anche a un innesto per l’attacco. L’Inter? Per ora si può permettere di osservare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Primo piano
Le previsioni

Meteo in Toscana, polvere dal deserto e 40 gradi: arrivano “cielo giallo” e caldo record – Video

di Tommaso Silvi