Il Tirreno

Sport

Serie C, questione di equilibrio

Tommaso Silvi
Da in alto a sinistra: Alberto Paloschi, Matteo Ciofani, Memushaj e Cigarini
Da in alto a sinistra: Alberto Paloschi, Matteo Ciofani, Memushaj e Cigarini

Nel girone delle toscane la favorita è il Modena, che però parte con un pari. Attenzione alle possibili sorprese: Siena e Cesena sognano il colpaccio

30 agosto 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Premessa necessaria. Forse scontata. Ma fondamentale. La griglia che potete osservare in grafica non è né un pronostico né una previsione. Semplicemente, rappresenta la situazione del girone B di Serie C ai nastri di partenza. Il campionato è partito nel fine settimana, e la griglia iniziale che abbiamo composto è frutto dell’elaborazione di diversi fattori. Dal valore delle rose dei club, alle ambizioni che ogni società ha dichiarato, più o meno velatamente. Una cosa è certa. Sarà un torneo avvincente. E non è un semplice modo di dire. Ci sono squadre evidentemente costruite per salire in Serie B, ma attenzione. Perché nel gruppo di chi punta a salvarsi ci sono realtà che possono guadagnarsi l’etichetta di rivelazione. Il livello tecnico è importante, l’equilibrio è assicurato.

LE FAVORITE

Modena, Pescara, Reggiana ed Entella. Queste sono senza dubbio le favorite alla vittoria finale del campionato. In attacco gli emiliani si presentano con il veterano Marotta, classe 1986 e top player per la categoria. Il reparto offensivo dei canarini vanta anche Ogunseye, altro pezzo pregiato per la terza serie. In retroguardia c’è Matteo Ciofani, 33 anni: una valanga di presenze B e un’esperienza in A con il Frosinone. Nomi che mettono i brividi. Esattamente come quelli che figurano nelle file del Pescara. L’ex Torino Valdifiori a centrocampo, il leader Memushaj come spina dorsale e Marilungo nella pattuglia dei centravanti, insieme all’argentino Franco Ferrari, 26 anni e tanta voglia di consacrarsi definitivamente dopo varie annate tra alti e bassi. Gli abruzzesi lotteranno per il ritorno in B dopo la retrocessione della scorsa stagione. Motivazione che contraddistingue anche la Reggiana. Cigarini – ex Parma, con tanta Serie A sulle spalle – in mediana, l’esperto Marchi in zona gol e la saggezza di Luciani in difesa. E se alla fine la spuntasse l’Entella? Possibile. Lo spogliatoio dei liguri parla chiaro. Obiettivo promozione. Tra i “big” c’è sicuramente Andrea Paolucci, nato nel 1986 e volto noto della Serie B con le maglie di Cittadella, Ternana e – appunto – Virtus Entella. Un senatore d’oro. Il trequartista è Andrea Schenetti, 30 anni, un altro che la B la mastica benone.

POSSIBILI SORPRESE

Scorriamo la griglia di partenza. Siena, Cesena, Gubbio, Pontedera, Carrarese, Ancona-Matelica, Grosseto, Fermana e Lucchese. Da questo gruppo potrebbe emergere la squadra rivelazione. Siena e Cesena partono un pelo più avanti nella “seconda fascia”, per blasone e tradizione. Ma non solo. I bianconeri hanno messo a segno due colpi di mercato importanti: Terzi, nella scorsa stagione allo Spezia in Serie A, e l’ex gioiellino del Milan, Alberto Paloschi. Due che in C possono davvero fare la differenza. I romagnoli rispondono con l’esperienza di Rigoni a centrocampo e Caturano in attacco.

LOTTA SALVEZZA

E poi ci sono le squadre che – almeno sulla carta – sono destinate a lottare per il mantenimento della categoria. Olbia, Vis Pesaro, Teramo, Viterbese, Pistoiese, Montevarchi e Imolese. Ma sono solo proiezioni. Perché la Serie C negli anni passati ha insegnato quanto sia difficile fare pronostici a inizio campionato. A giudicare dai movimenti di mercato, non c’è una formazione nettamente inferiore rispetto alle altre. Nessuna Cenerentola, quindi. Per ora. Ma nel torneo in cui regna l’imprevedibilità da sempre, tutto è possibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Le ultime
Il decreto

Dal governo via libera al Salva-casa: vetrate e sanatorie, le nuove regole