Il Tirreno

Sport

GRANATA SENZA SPERANZA 

Il vero Toro è Gattuso Al Napoli bastano 18’ e ora è terzo posto

Il vero Toro è Gattuso Al Napoli bastano 18’ e ora è terzo posto

27 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





TORINO. Il Napoli si impone in trasferta sul Torino e aggancia il quarto posto. Agli uomini di Gattuso basta un primo quarto d'ora di fuoco per risolvere la pratica: vanno in gol Bakayoko e Osimhen per lo 0-2 finale. Raggiunta la Juventus, fermata sull'1-1 contro la Fiorentina, a quota 66 punti per una lotta Champions che si fa sempre più agguerrita. I granata invece vengono appaiati dal Cagliari e ora rischiano seriamente la retrocessione. Fin da subito la trama è chiara e prende un'unica direzione. Gli azzurri cercano e trovano con facilità pericolose verticalizzazioni, complice una fase difensiva a dir poco rivedibile del 'Toro'. A sbloccare il tabellino è però una prodezza da fuori area che prende il nome di Tiemouè Bakayoko: l'ex Milan si libera di un avversario e mette nel sacco un potente destro dai 25 metri, su cui non può nulla Sirigu all'11'. Passano poco meno di due giri d'orologio e il Napoli raddoppia, questa volta con una buona dose di fortuna: Nkoulou perde palla a metà campo, contropiede di Osimhen, il quale viene favorito da una strana deviazione. Il contrasto con Bremer finisce per beffare il portiere granata, è 0-2 dopo 13 minuti.

pallino del gioco è perennemente in mano alla squadra di Gattuso, che amministra e va più volte vicina al tris prima del duplice fischio. Al 39' Zielienski colpisce il palo pieno con una conclusione da fuori area, mentre lo stesso Osimhen risulta decisivo anche in difesa con un salvataggio provvidenziale sulla linea di porta. Nella ripresa i ritmi non calano, al contrario.

Con la differenza che si fa vedere minaccioso in avanti anche il Torino: al 49' Ansaldi si trova a tu per tu con Meret che è bravissimo a respingere il tiro ravvicinato. In contropiede Osimhen manca più volte l'appuntamento con il 3-0, mentre al 60' il classico tiro a giro di Insigne va a fermarsi sul palo a Sirigu battuto. Il Torino chiude in dieci uomini per l'espulsione all'86' di Mandragora (doppio giallo) che salterà la cruciale sfida contro il Parma tra una settimana. Il poco cinismo nel chiudere definitivamente la gara fa arrabbiare Gattuso, ma alla fine i tre punti pesanti arrivano. —

Primo piano
Il caso

Livorno, evade dal carcere delle Sughere: chi è e come è riuscito a scappare

di Stefano Taglione