Il Tirreno

Prato

Tennis

Il Tc Prato vuole chiudere in bellezza

La formazione femminile del Tennis Prato
La formazione femminile del Tennis Prato

Tennis La formazione femminile chiede al Park Genova il pass per la finale

18 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PRATO. Le squadre pratesi di serie A del tennis chiudono domani il girone eliminatorio entrambe in casa. Se il team rosa del Tc Prato sfida Park Genova per rimanere al comando del girone 2 e potersi giocare la promozione in A1 direttamente in finale (3 e 10 dicembre), il Tc Bisenzio (1) nel girone 4 di serie A1 maschile affronta al Fabbricone lo Sporting Sassuolo (6) per prepararsi ai playout dove incontrerà una terza classificata degli altri raggruppamenti. La squadra pratese maschile giocherà la prima sfida in casa (domenica 26 novembre) mentre il ritorno (3 dicembre) sarà di scena fuori casa. In serie A2 femminile la classifica vede Tc Prato a 15, Tc Cagliari A 12, Park Genova 8, Stampa Sporting Torino 7, Tennis Training Foligno 6, Ct Ceriano e Tc Baratoff 1. «Vogliamo terminare nel migliore dei modi davanti al nostro pubblico – spiega Claudia Romoli, capitana del Tc Prato – L’obiettivo di raggiungere il primo posto e andare direttamente alla finale playoff è vicino ma non dobbiamo abbassare la guardia perché ogni partita riserva delle incognite». La squadra ligure può contare su Cristiana Ferrando, Costanza Traversi e Lucrezia Musetti. Inizio delle sfide alle 10 anche per il Tc Bisenzio che avrà di fronte lo Sporting Sassuolo che si gioca la permanenza in serie A1 in caso di vittoria ampia. La squadra emiliana ha in formazione Roberto Carballes Baena, Raul Brancaccio, Federico Bondioli Mattia Ricci ed Enrico Dalla Valle. Di fronte il team pratese tutto italiano con (Samuele Pieri, Cosimo Banti, Gabriele Bonechi, Francesco Canò e Jacopo Stefanini). «Giocare in casa è per noi motivo di orgoglio e poter ospitare queste sfide è qualcosa di straordinario per il nostro circolo – spiega il presidente del Tc Bisenzio, Sandro Becagli – I ragazzi stanno dando il massimo e cercheremo di salvarci tramite i play out».

Primo piano
Il caso

Firenze, giocatore di 15 anni finito al pronto soccorso: i genitori del ragazzo che lo ha aggredito vanno in ospedale

di Danilo Renzullo