Il Tirreno

Prato

Controlli

Prato, operai clandestini e senza contratto: la Prefettura chiude sette aziende

Prato, operai clandestini e senza contratto: la Prefettura chiude sette aziende

E’ il risultato di un controllo della squadra interforze in un capannone dove operano nove diverse società

05 luglio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





PRATO. Sette aziende a gestione cinese sono state chiuse temporaneamente all’esito di un controllo eseguito dalla squadra interforze coordinata dalla Prefettura in un capannone industriale dove lavorano complessivamente nove aziende. Lo rende noto la Prefettura.

Complessivamente sono stati identificati 81 cittadini stranieri, di cui 17 erano senza permesso di soggiorno. Nelle sette aziende la cui attività è stata sospesa sono stati trovati al lavoro 24 operai assunti senza un regolare contratto.

Nei confronti di otto delle nove aziende sono state elevate sanzioni per un totale di oltre 100.000 euro.

Primo piano
Abitare

Salva Casa, dalle mini-case ai soffitti più bassi: tutte le novità del decreto

di Barbara Antoni
Sport