Il Tirreno

Prato

Il lutto

Addio a Rita Frosini Faggi, ex assessora di Prato impegnata nel sociale

Rita Frosini Faggi
Rita Frosini Faggi

Aveva 85 anni, il ricordo della sindaca Ilaria Bugetti: «Un punto di riferimento»

27 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PRATO. È venuta a mancare giovedì 27 giugno all’età di 85 anni Rita Frosini Faggi, già assessora ai servizi Sociali, Pari Opportunità e Pubblica Istruzione nella giunta del sindaco Fabrizio Mattei dal 1999 al 2004. L’amministrazione comunale e la sindaca Ilaria Bugetti hanno subito espresso il proprio cordoglio e la vicinanza al marito Roberto e alla figlie Caterina e Francesca Faggi. Quest’ultima è stata appena eletta consigliera comunale nelle file del Partito Democratico.

Chi era

Rita Frosini Faggi era nipote di Virginia Frosini, la fondatrice dell’Istituto Opera Santa Rita, struttura che dal 1934 con oltre 170 figure professionali assiste ragazzi con gravi problemi di tipo sociale, psicologico o con disabilità. Negli anni Ottanta Rita Frosini Faggi ha ricoperto il ruolo di dirigente scolastica del VII Circolo La Castellina, che adesso assieme alle Fermi forma l’Istituto Nord.

Ha inoltre portato avanti all’interno della scuola molti progetti per favorire l’inclusione sociale dei ragazzi con disabilità. Nel periodo in cui era in carica come assessore ha dato vita a progetti educativi per i nidi d’infanzia che il Comune di Prato continua a sostenere tuttora. È stata una donna poliedrica, che si è distinta per il suo grande impegno sociale, scolastico, politico e per la sua attività in Azione cattolica.

Il ricordo

«Ho conosciuto Rita nel 1999, quando ero assessora al Comune di Cantagallo – la ricorda la sindaca Ilaria Bugetti – Con lei mi sono confrontata sui temi del sociale per cinque anni e il nostro rapporto è proseguito anche dopo, non ci siamo mai perse. Nelle varie battaglie che abbiamo portato avanti, l’ho sempre trovata al mio fianco. È stata un punto di riferimento non solo per la città e per quello che ha rappresentato con l’opera Santa Rita, ma anche personalmente perché di fronte alle difficoltà e ai percorsi politici più in salita, lei c’era. Questa notizia mi addolora perché la città perde una persona di grande valore e io perdo un’amica che mi è sempre stata vicina sostenendomi con sincerità, competenza e affetto».

L’ultimo saluto

La salma è esposta alle cappelle della Misericordia in via Convenevole. Domani, venerdì 28 giugno, a partire dalle 10 verrà allestita la camera ardente nel Salone consiliare del Comune. Il funerale si terrà alle 15 nella chiesa di San Bartolomeo.

Primo piano
Il dramma sfiorato

Viareggio, bimbo di due anni rischia di annegare in piscina: salvato dall’intervento della bagnina

di Roy Lepore