Il Tirreno

Prato

La tragedia

Prato, tampona il Tir fermo nella piazzola di sosta: muore sull’A11 a 50 anni

Prato, tampona il Tir fermo nella piazzola di sosta: muore sull’A11 a 50 anni

L’auto è finita schiacciata sotto il mezzo, nulla da fare per il conducente. La vittima è un residente di Altopascio

27 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PRATO. Forse un attimo di distrazione, oppure un malore che gli ha fatto perdere il controllo dell’auto. Fatto sta che l’impatto è stato violentissimo, e non gli ha lasciato scampo. Teatro del tragico incidente, l’autostrada Firenze-mare, nei pressi del casello di Prato est, dove, nel tardo pomeriggio di ieri, un’auto che stava viaggiando in direzione di Pistoia si è schiantata contro la parte posteriore di un tir che era in sosta nella piazzola al lato della carreggiata, proprio al di sotto del cavalcavia di via Berlinguer.L ’uomo che era al volante - un cinquantenne residente ad Altopascio - è deceduto praticamente sul colpo.

Dato l’allarme a 118, sul posto sono accorse ambulanza e automedica, assieme ai vigili del fuoco, il cui intervento è stato indispensabile per consentire ai soccorritori di raggiungere il conducente, imprigionato tra le lamiere contorte dell’abitacolo: il monovolume - un Mercedes Vito - era incastrato sotto il paraurti posteriore del mezzo pesante. Ma il medico del 118 non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo, la cui identità è rimasta a lungo ignota a causa dell’estrema difficoltà di trovare un suo documento.Sul posto è subito intervenuta anche una pattuglia della polizia stradale del distaccamento di Montecatini. Gli agenti hanno provveduto a dirottare immediatamente il traffico sulla corsia di sorpasso per rendere più sicure le operazioni di vigili del fuoco e sanitari.

Spetterà poi a loro ricostruire - in base ai rilievi effettuati e alle testimonianze raccolte - la dinamica dell’incidente e cercare di attribuire le eventuali responsabilità . Una volta terminati gli accertamenti e arrivato il nulla osta da parte del pubblico ministero di turno alla procura di Prato, la salma è stata prelevata dal servizio funebre della Misericordia e trasportata all’obitorio dell’ospedale. Dove, molto probabilmente, nei prossimi giorni sarà eseguita l’autopsia per accertare se l’incidente possa essere stato causato o meno da un eventuale malore della vittima.La tragedia ha avuto anche ripercussioni sulla circolazione stradale, che è rimasta rallentata a lungo, con code in direzione mare che si sono protratte fino a sera.

Primo piano
La testimonianza

Firenze, parla Maria: «Così la polizia mi ha fratturato il naso durante il corteo, colpita al volto senza motivo»

di Danilo Renzullo
Le nostre iniziative