Il Tirreno

Prato

animali

A Galceti arriva Sir Biss, un pitone abbandonato che rischiava di morire

Sir Bis nelle mani di un veterinario dell'Asl
Sir Bis nelle mani di un veterinario dell'Asl

Il rettile trovato a Fiesole è stato curato dall'Asl fiorentina per un problema che gli impediva di mangiare. Ora è convalescente nella struttura di Prato

28 aprile 2021
1 MINUTI DI LETTURA





PRATO. Sarà custodito al Centro di scienze naturali di Galceti il pitone recuperato a Maiano, Fiesole, dai vigili del Fuoco di Firenze lo scorso 16 marzo. Il rettile è stato preso in carico dal sistema di soccorso dell'Asl Toscana centro ed è stato necessario un lungo ricovero in un ospedale veterinario. "Gli è stato curato un grave ascesso retromandibolare , che gli impediva una normale alimentazione" ha riferito il direttore della struttura fiorentina igiene urbana e veterinaria , il dottor Enrico Loretti

Perfettamente ristabilito, il rettile sarà affidato al Nucleo Cites dei carabinieri forestale di Firenze dalla struttura igiene urbana e veterinaria, che ha gestito il periodo di degenza e cura. Ignoti i responsabili dell'abbandono di un animale tutelato, sopravvissuto solo grazie alla tempestività e professionalità dei soccorsi. Lo hanno chiamato Sir Biss perché il pitone ha dimostrato un carattere docile e simpatico; ha ricordato a tutti il Sir Biss di Re Giovanni nel celebre  Robin Hood della Disney.


 

Primo piano
Il caso

Livorno, l’evaso dal carcere ripreso alla stazione di Roma Tiburtina