Il Tirreno

Pontedera

Calcio: Serie C

Il Pontedera non s’arrende e agguanta l’Arezzo: 1-1

Il Pontedera non s’arrende e agguanta l’Arezzo: 1-1

Nel derby degli ex passano gli ospiti per primi, poi una punizione di Ianesi (deviata da Donai) che porta in dote un pari meritato

09 febbraio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





PONTEDERA. Il Pontedera ci mette il cuore, oltre alla gambe, e agguanta il pari nel derby degli ex contro l’Arezzo.

Ospiti brillanti in avvio, al Mannucci, ma i granata tengono botta e col passare dei minuti crescono. Nella ripresa, però, dopo 7 minuti Montini è il più lesto ad arrivare su una palla vacante in area e, di testa, infila Ciocci. La reazione della truppa di Canzi non si fa attendere. Anzi, diventa veemente e schiaccia l’Arezzo. Il meritato pari arriva al 33’ quando Delpupo conquista una punizione laterale, Ianesi la batte alla grande e Donati, di testa, la devia alle spalle del proprio portiere. Giusto così.

PONTEDERA-AREZZO 1-1

PONTEDERA (3-4-2-1): Ciocci; Calvani, Espeche, Pretato (41’ st Cerretti); Perretta, Provenzano (24’ st Peli), Benedetti, Angori; Delpupo (41’st Ambrosini), Ianesi (35’ st Marrone); Ganz (24’ st Selleri). A disp. Lewis, Vivoli, Gagliardi, Martinelli, Salvadori. All. Canzi.

AREZZO (4-2-3-1): Trombini; Donati, Polvani, Masetti, Montini; Bianchi (30’ st Mawuli), Damiani; Settembrini (35’ st Foglia), Catanese, Pattarello; Gucci (30’ st Ekuban). A disp. Borra, Ermini, Risaliti, Guccione, Gaddini, Chiosa, Lazzarini, Castiglia, Coccia, Sebastiani. All. Indiani.

ARBITRO: Ramondino di Palermo. (Rignanese/Lo Calio).

RETI: 7’ St Montini, 33’ st Ianesi.

NOTE: ammoniti Pretato, Settembrini, Mawuli. Angoli 7-9 Recupero 1’ e 4’.

Primo piano
La testimonianza

Firenze, parla Maria: «Così la polizia mi ha fratturato il naso durante il corteo, colpita al volto senza motivo»

di Danilo Renzullo
Le nostre iniziative