Il Tirreno

Pontedera

pallavolo 

C’è un ex assessore alla guida dei Lupi Conservi nominato nuovo presidente

Davide Ribechini
C’è un ex assessore alla guida dei Lupi Conservi nominato nuovo presidente

Il governatore della Misericordia prende il posto di Balsotti «È un grandissimo onore, il mio impegno sarà costante»

27 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





Davide Ribechini

SANTA CROCE. A pochi giorni di distanza dalle dimissioni del presidente Sergio Balsotti, il Cda dei Lupi Santa Croce ha annunciato la nuova figura di riferimento per la società biancorossa.

Si tratta di Piero Conservi, persona conosciutissima a Santa Croce sull’Arno, già assessore allo sport per un decennio, attuale governatore della locale Misericordia, e segretario generale della mitica “A.S. Lupi” per circa quindici stagioni (tra gli anni sessanta e settanta), in coppia con il presidente Gronchi. Un tifoso biancorosso doc, protagonista della vita civile di Santa Croce sull'Arno, appassionato di pallavolo, voce autorevole del consiglio direttivo: quale migliore scelta, in tempi così difficili? «Ricoprire la massima carica dei Lupi è per me un grandissimo onore – dichiara il nuovo massimo dirigente – il mio impegno sarà costante e sempre rivolto al meglio per una società storica di Santa Croce sull’Arno. Voglio ringraziare l’amico e mio predecessore Sergio Balsotti per l’impegno profuso nei cinque anni passati e un sincero ringraziamento va al consiglio direttivo che ha pensato alla mia persona per una carica così prestigiosa».

Le dimissioni di Balsotti, per motivi personali, sono arrivate come un fulmine a ciel sereno, e da un giorno all'altro la Santa Croce del volley si è ritrovata senza la carica istituzionale più importante. «Tra venerdì e sabato sono stato contattato dal consiglio d’amministrazione, e mi è stata formulata la proposta – prosegue Conservi – ho chiesto garanzie di poter continuare a portare avanti regolarmente il mandato da governatore della Misericordia. Sono stato confermato recentemente e con un programma a lunga scadenza, che sono determinato a rispettare. Una volta chiarito che non sarebbero state cariche incompatibili, e che il nuovo incarico non avrebbe ostacolato il precedente, e, al tempo stesso, che il precedente non avrebbe inficiato le prerogative del nuovo ruolo, ho subito detto di sì con entusiasmo».

E l’avventura è già iniziata. «Sono giorni di adempimenti formali, burocrazia e firme. Ma già questo giovedì, alle 12.30, al PalaParenti, si terrà una prima riunione programmatica. Sarà importante – conclude il nuovo presidente – guadagnare subito la piena operatività, per rispondere nel migliore dei modi alle tante sfide che attendono la società».

La società, che ha disputato, pur tra mille difficoltà, il campionato nazionale di A2 Credem Banca, dovrà sciogliere a breve le riserve sulla nuova guida tecnica della prima squadra, dopo la separazione da coach Montagnani. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Il caso

Livorno, evade dal carcere delle Sughere: chi è e come è riuscito a scappare

di Stefano Taglione