Il Tirreno

Pontedera

La spiegazione

Ladri-truffatori in Toscana, come funziona la tecnica delle monetine e l'ultimo caso a Fucecchio: arrestato un 23enne

di Francesco Turchi
I ladri colpiscono con la tecnica delle monetine
I ladri colpiscono con la tecnica delle monetine

Caccia aperta alla complice: l'episodio accaduto all'esterno di una pasticceria

11 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





FUCECCHIO. «Scusi, signora: le sono cadute delle monete». Lei si volta, guarda per terra. Dove effettivamente ci sono dei soldi. Fa per raccoglierli. E in un attimo il complice porta via la borsa. È accaduto a Fucecchio, ma la scena si ripete da tempo anche in altre zone, Valdera compresa. La tecnica, purtroppo, spesso funziona. Ma non stavolta: lui è finito in manette, lei potrebbe essere individuata a breve. E intanto proseguono le indagini per capire se la coppia è responsabile anche di altri colpi simili.

Il caso

L’episodio risale a domenica 7 luglio. La vittima è una 71enne, che è appena uscita da una pasticceria e sale in auto, parcheggiata in zona Samo. Appoggia la borsa sul sedile del passeggero. Secondo quanto ha raccontato ai carabinieri, la donna viene chiamata da una ragazza, che attira la sua attenzione, con il solo obiettivo di distrarla. La scusa utilizzata, appunto, è quella della presenza di monetine per terra. Che in realtà non sono cadute all’anziana, ma sono state piazzate lì ad arte, come tranello, dai ladri-truffatori.

Come colpiscono i truffatori

Tutto accade in pochissimi secondi. Il tempo di voltarsi, di ascoltare, di raccogliere le monete. E nel frattempo un uomo apre la portiera, afferra la borsa e fugge. E anche la ragazza, che era sembrata così gentile, in un attimo sparisce nel nulla. Loro corrono via, probabilmente per raggiungere un’auto parcheggiata in zona strategica per facilitare la fuga. Ma il piano fallisce. La vittima grida, ci sono alcuni passanti che si rendono conto dell’accaduto. E si mettono all’inseguimento dei due. Nel frattempo lei telefona ai carabinieri. Lì vicino c’è anche una pattuglia della stazione di piazza Montanelli, impegnata nei servizi di controllo sul territorio.

L'arresto

I militari – grazie anche alle indicazioni dei cittadini, che non perdono di vista il fuggitivo – lo raggiungono. E lo arrestano. Si tratta di un 23enne peruviano, che vive a Firenze. La borsa viene recuperata e restituita alla 71enne. Nel frattempo il magistrato di turno dispone per il ladro gli arresti domiciliari, in attesa della direttissima. Il giudice convalida l’arresto con la misura dell’obbligo di firma nella caserma dei carabinieri a Firenze. Le indagini proseguono, con l’obiettivo di identificare – attraverso testimonianze e telecamere – anche la complice e di capire se i due sono i responsabili anche di altri episodi molto simili accaduti nelle scorse settimane, soprattutto nelle vicinanze dei supermercati, sempre con la “tecnica delle monetine”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Vacanze e risparmi

Benzina, parcheggio, ombrellone e pranzo: ecco quanto costa una giornata al mare in Toscana

di Barbara Antoni
Sport