Il Tirreno

Pontedera

Il colpo

Fucecchio, i ladri rubano a casa e portano via i regali del 18° compleanno

di Marco Sabia
Fucecchio, i ladri rubano a casa e portano via i regali del 18° compleanno

La rabbia della famiglia: «Avevano fatto un sopralluogo giorni prima»

29 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





FUCECCHIO. La paura è stata tanta, così come l’ammanco di oggetti preziosi di tutta la famiglia. In via Provinciale Fiorentina – la strada che collega Fucecchio a Santa Croce passando dal Samo – si è verificato un furto nella casa di Gentian Shima; in quel momento in casa non c’era nessuno. A raccontare cos’è accaduto fa è proprio Shima: «Probabilmente siamo stati tenuti d’occhio e controllati, perché qualche giorno prima del furto un uomo ha suonato il campanello di casa mia, a cui ha risposto mio figlio piccolo; quest’uomo voleva sapere chi ci fosse in casa in quel momento, credo per studiare i nostri orari e i nostri movimenti. Poi quando mio figlio ha risposto, si è dileguato salendo su un’auto. È stato un primo segnale che mi ha messo paura».

E un segnale premonitore, verrebbe da dire, visto cos’è accaduto pochi giorni dopo: «Eravamo tutti fuori – continua Shima – e quando sono ritornato a casa mio figlio ha aperto la porta e si è trovato davanti una scena che non raccomando a nessuno: tutto a soqquadro, la nostra intimità violata. Mio figlio tutt’ora è impaurito e questa è la conseguenza più brutta».

Il furto è stato messo a segno alcuni giorni fa tra le 20 circa e le 23,30, senza che nessuno si sia accorto di qualcosa.

I ladri hanno rovistato ovunque, rubando gioielli e anche i regali del diciottesimo compleanno dell’altra figlia di Gentian Shima. Quindi, oltre al danno la beffa.

I ladri – non se ne conosce il numero – sono entrati da una finestra posteriore, anche difficilmente raggiungibile. L’hanno rotta e una volta dentro si sono lanciati alla ricerca di soldi e oggetti preziosi, venendo via con un bottino dal valore economico ma soprattutto affettivo importante.

«Non ci sentiamo sicuri – chiude Gentian Shima – perché in questa zona non è il primo furto che si è verificato di recente; a me, ad esempio, erano già state rubate le grondaie in rame. Spero che questi malviventi vengano trovati, perché vedersi violati i propri spazi ti lascia degli strascichi veramente brutti: non sei più tranquillo nemmeno fra le tue quattro mura».

Shima ha sporto denuncia e sulla vicenda stanno indagando i carabinieri. Viene da pensare che si tratti di una banda che studia i bersagli e poi entra in scena quando ha la ragionevole certezza di non trovare in casa nessuno, per evitare conseguenze peggiori.


 

Primo piano
Il dramma sfiorato

Viareggio, bimbo di due anni rischia di annegare in piscina: salvato dall’intervento della bagnina

di Roy Lepore