Il Tirreno

Pontedera

Via siepe e recinzione per un grande parco in mezzo alle piscine

di Andreas Quirici
La piscina scoperta e quella coperta costruita di recente nell’area sportiva di Peccioli
La piscina scoperta e quella coperta costruita di recente nell’area sportiva di Peccioli

Progetto da 250mila euro, lavori entro l’estate

27 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PECCIOLI. Per ora ci sono una siepe, un vialetto e una rete di recinzione a dividere la piscina scoperta e quella coperta costruita da poco. Ma per l’estate questa separazione dovrebbe non esistere più, grazie al progetto del Comune di Peccioli da 250mila euro con cui si punta a creare un grande solarium per i due impianti dedicati allo sport in acqua che, così, resterebbero aperti in contemporanea durante la bella stagione.

L’idea è quella di realizzare un grande parco con pavimentazione artistica e sedute per valorizzare ancora di più un’area sportiva che, negli ultimi anni, è notevolmente cresciuta e che, tra poco, si arricchirà del manto in erba sintetica del campo da calcio principale, i cui lavori sono praticamente pronti.

Le due piscine, in questa maniera, sarebbe quindi collegate e messe in relazione diretta, consentendo agli utenti di avere accesso contemporaneo alle due strutture per le diverse attività che si possono praticare, con la possibilità di sfruttare anche l’ampio e unico spazio esterno che sarà allestito come un solarium e con aree ombreggianti.

A breve la piscina scoperta riaprirà i battenti con il consueto successo di pubblico. È un impianto molto frequentato dalle famiglie non solo di Peccioli, ma di tutta la Valdera. Lo spazio in acqua e all’esterno è notevole e le presenze sono sempre molto numerose. Quella coperta, invece, ha aperto da pochi mesi e ha subito ottenuto un riscontro eccezionale, con centinaia di iscrizioni.

Ma questo impianto ha un elemento che favorirà il collegamento con quella esterna. La facciata che dà proprio sull’altra piscina, infatti, è dotata di ampie vetrate che possono essere aperte con la bella stagione. E questo aspetto offre lo spunto per togliere la barriera formata da siepe, vialetto e rete di recinzione, puntando su un complesso che difficilmente si trova in provincia.

I lavori dovrebbero partire a breve. Il progetto è stato approvato in via esecutiva dall’amministrazione comunale che sta avviando le procedure per aprire il cantiere. La progettazione sarà a cura del raggruppamento temporaneo d’impresa formato dall’architetto Nathan Petrone di Ponsacco, dall’ingegner Dario Corso di Terricciola e dal perito industriale Maurizio Picchi di Pontedera.

A loro il compito di rendere non solo funzionale quest’area, ma anche bello da vedere e che sappia invogliare le persone a scegliere Peccioli, invece di altre località della Valdera dotate di piscine all’aperto durante il periodo estivo.

Un nuovo investimento per attirare visitatori nel borgo dell’Alta Valdera, ma soprattutto per migliorare la qualità della vita alle persone che l’hanno scelto come propria residenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Il processo

Chiesti 3 anni 6 mesi per Lucarelli, Apolloni e tre amici: l’accusa di violenza sessuale

Sportello legale