Il Tirreno

Pontedera

I sindaci: «Rispettate le regole anti-Covid e non utilizzate i botti»

In quattro lanciano l’appello, a fucecchio rischio multe  

31 dicembre 2021
2 MINUTI DI LETTURA





san miniato. «Siamo alla fine di un altro anno molto particolare e, il 31 dicembre, anche stavolta non sarà possibile fare il classico cenone in gran numero con amici e parenti, e non ci potremo assembrare nelle piazze, come facevamo di consueto. In questo momento vogliamo rivolgervi l’invito ad essere responsabili e a rispettare le regole anti Covid che sono attualmente in atto, alla luce della crescita del numero di contagi».

I sindaci del Comprensorio Simone Giglioli (San Miniato), Giulia Deidda (Santa Croce), Gabriele Toti (Castelfranco) e Giovanni Capecchi (Montopoli) rivolgono un appello unanime ai cittadini, affinché si rispettino le regole nei giorni di Capodanno e, come ogni anno, invitano a non usare i botti.

«Vi chiediamo, inoltre, di non utilizzare i botti, che sono pericolosi e possono arrecare danno alle persone e ai nostri amici animali. A differenza di altri Comuni, che impongono il divieto di utilizzo dei botti, noi sindaci del Comprensorio del Cuoio abbiamo ritenuto di fare appello al senso di civiltà che, con il vostro buon senso, permetterà di evitare situazioni gratuite di pericolo, per uomini e animali. Siamo sicuri che il divertimento e la voglia di far festa non mancheranno, quello che vi chiediamo è che non degenerino in forme di condotta da punire: il rispetto di tutti e, soprattutto, dell’emergenza in atto deve prevalere, insieme alla civiltà. Vi auguriamo un buon Capodann – concludono Giglioli, Deidda, Toti e Capecchi rivolgendosi ai cittadini dei loro quattro Comuni – sperando che il 2022 sia l’anno del ritorno alla normalità».

Rischio multe, invece, a Fucecchio per coloro che non rinunciano ad esplodere i botti per la notte di San Silvestro come del resto in tutti gli altri giorni dell’anno: «Molti cittadini – si legge in un comunicato stampa dell’ente di piazza Amendola – sensibili alla tutela della salute degli animali hanno chiesto informazioni all’amministrazione comunale circa il divieto di far esplodere petardi o altri botti».

Il Comune di Fucecchio ricorda infatti «che da tempo non viene fatta più una specifica ordinanza in quanto l’esplosione di questi oggetti è vietato dall’articolo 9 comma 5 del regolamento di polizia urbana, valido in tutti gli undici Comuni dell’Empolese Valdelsa, non solo in occasione delle festività ma per tutto l’anno».

L’amministrazione comunale fucecchiese guidata dal sindaco Alessio Spinelli, spiega che «l’obiettivo è evitare la propagazione di incendi, incidenti domestici dovuti all’uso improprio dei cosiddetti botti e l’alterazione del comportamento degli animali (con possibile riflesso sul loro stato di salute) che spesso impauriti fuggono se non tenuti in spazi protetti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Il caso

Livorno, l’evaso dal carcere ripreso alla stazione di Roma Tiburtina