Il Tirreno

Pistoia

Pistoiese di scena a Fidenza per ipotecare la salvezza

di Stefano Baccelli
Pistoiese di scena a Fidenza per ipotecare la salvezza

Arancioni opposti al fanalino di coda Borgo San Donnino

28 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PISTOIA. La Pistoiese cerca oggi a Fidenza (inizio alle 14,30) una bella sorpresa nell’uovo di Pasqua. Ottimale sarebbe l’intera posta per uscire dal buco nero in cui si è cacciata dopo due sconfitte di fila, ma anche per togliere ossigeno alla già asfittica classifica del Borgo San Donnino. Fin da quando ha preso in mano le redini della squadra l’allenatore Parigi osservando il calendario aveva dichiarato: «La salvezza passa dagli scontri contro le squadre che ci seguono e sono alla nostra portata». E chi meglio dei parmensi può offrire in un piatto d’argento la preziosissima posta? Veleggiano a quota 20 punti, dodici in meno rispetto alla Pistoiese e hanno un piede al piano di sotto senza passare dai playout. Per sperare di giocare la post season il Borgo San Donnino dovrebbe recuperare sia sulla Pistoiese (32) che sulla Sammaurese (pure a quota 32) cinque punti in sei partite. Diverso il discorso per la Pistoiese che spera almeno di fare nello stesso periodo più punti della Sammaurese per salvarsi senza passare dai playout. Tutto questo per ricordare che le due squadre dovranno guardare prima di tutto a non perdere e che la Pistoiese, visto anche il calendario non proibitivo può accontentarsi di un pari.

Mister Baracca potrà presentarsi al completo, mentre Parigi dovrà rinunciare all’infortunato Ielo e allo squalificato Diakhatè. A proposito del giocatore senegalese: proprio ieri, si apprende dal sito ufficiale della Pistoiese, è stato colpito dal gravissimo lutto della perdita della mamma. Ci uniamo al cordoglio espresso dal club.

La buona notizia è che la Pistoiese sarà ospitata su uno splendido sintetico, quello del “Ballotta” di Fidenza inaugurato a ottobre grazie a un investimento di 750 mila euro, un intervento che ha consentito ai borghigiani di disputare tra le mura amiche il Campionato Nazionale di Serie D. E sul fattore campo gli emiliani hanno costruito le esili speranze di salvezza. Dei 20 punti raggranellati in stagione ben 15 sono arrivati dalle gare in casa: quattro vittorie (contro Mezzolara, Certaldo, Sammaurese e Sangiuliano), tre pareggi (Prato, Fanfulla e Forlì) e ben 7 sconfitte. Escluso il Forl i i punti sono arrivati solo con formazioni di fascia bassa. Una buona notizia per Parigi è il recupero di Cordato che risolve una falla sulla fascia sinistra con un giocatore mancino. Per la sostituzione di Diakhatè è possibile l’inserimento di Evangelista nel ruolo di raccordo tra il centrocampo e l’attacco in cui potrebbe proporre il duo Fiaschi-Bonfanti.

 

Primo piano
Le celebrazioni

25 Aprile, piazza della Signoria gremita: Stefano Massini legge il monologo di Scurati – Video