Il Tirreno

Pistoia

Pistoiese, la difesa funziona ma l’attacco è poco prolifico

di Stefano Baccelli
La punta arancione Marcello Trotta contro il Fanfulla (foto Nucci)
La punta arancione Marcello Trotta contro il Fanfulla (foto Nucci)

Mister Consonni: «Davanti dobbiamo migliorare nelle scelte»

28 novembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





PISTOIA. Si è fermato a tre il “filotto” di vittorie della Pistoiese dal rientro in servizio di mister Consonni. Al cospetto di un avversario in salute come il Fanfulla, Pertica e compagni non hanno trovato la via del gol collezionando il terzo pareggio a reti bianche al Melani, dopo quelli contro il Carpi e il Mezzolara. La solidità difensiva, ha finora permesso agli orange di portare a casa spesso il bottino pieno (6 volte su 13) pur segnando con il contagocce.
La squadra arancione ha finora realizzato 13 reti, un bottino davvero modesto per chi punta a vincere il campionato. Peggio sono andate: Certaldo (5) , Mezzolara (7) , San Giuliano (10) , Progresso (8) , mentre il Borgo San Donnino ha segnato lo stesso numero di volte: appunto 13. Si tratta delle ultime cinque della graduatoria. La Pistoiese è invece quinta in classifica grazie ad una buona organizzazione difensiva, marchio di fabbrica di mister Consonni: solo 9 reti al passivo, terza miglior difesa dopo quelle della capolista Ravenna (6) e la terza classificata Imolese (8) .
I battistrada hanno messo a segno 22 reti, mostrando un rendimento che va perfino oltre i sei punti di vantaggio che vantano sulla Pistoiese. In ogni caso domenica l’Olandesina avrà una chance di accorciare sulla capolista: gli arancioni andranno a far visita al San Giuliano City, ovvero una delle più grandi delusioni del girone. Costruiti con un dispendio economico importante i lombardi sono ben presto precipitati in piena zona playout. In casa hanno già perso per 3-0 contro il Forlì, 2-1 contro l’Imolese e 1-0 l’altra settimana addirittura contro un Prato in crisi profonda. Viceversa il Ravenna affronta in casa un Progresso in crescita reduce da due vittorie di fila. Le probabilità di avvicinare il Ravenna sono concrete in un campionato pazzo. L’ultima giornata ha visto il fanalino di coda (Certaldo) battere la seconda (San Marino) e la quattordicesima superare la terza. Macrì e Trotta sono in crescita, mentre La Monica è sulla via del completo recupero, ma i gol servono come il pane.
«Dobbiamo migliorare nelle scelte offensive – dichiara mister Consonni – ma stiamo bene fisicamente e non posso chiedere di più alla squadra. Forse il gol, quello però viene con le situazioni di gioco che si possono creare. Quando vai giocare nella metà campo avversaria servono qualità e giocate individuali. I ragazzi ci provano, ma a volte sbagliano le scelte».
Il mese di dicembre sarà fondamentale per capire le reali possibilità della squadra da poco ridisegnata con il cambio di sistema di gioco. Del resto a campionato già nel vivo è stato stravolto il progetto di partenza (Valentini, Silvestro ora infortunato, Pertica e Chiesa non giocavano, Macrì, Caponi e Trotta non c’erano). Dopo San Giuliano impegni casalinghi contro Sant’Angelo e Lentigione inframezzati dalla trasferta a Corticella, prima del “match clou” al Melani contro il Ravenna di domenica 7 gennaio 2024. Il futuro della Pistoiese passa da Pistoia, con tutti gli scontri più difficili tra le mura amiche.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La storia

«Aiuto, sto per partorire in casa»: la paura e il lieto fine grazie alla corsa dei volontari di Livorno

di Stefano Taglione
Le nostre iniziative