Il Tirreno

Pistoia

Salute

Pistoia, cresce il Centro fisioterapico Elledi grazie al metodo innovativo “D-Wall”

Pistoia, cresce il Centro fisioterapico Elledi grazie al metodo innovativo “D-Wall”

Si tratta di uno “specchio digitale” in grado di potenziare il percorso di recupero

07 giugno 2024
4 MINUTI DI LETTURA





PISTOIA. Professionisti qualificati, approccio multidisciplinare, macchinari di assoluta avanguardia e attenzione al paziente in tutte le sue sfaccettature. Questo è il segreto del successo del Centro fisioterapico Elledi di Pistoia, aperto dalle 8 alle 19 dal lunedì al venerdì in via Bonellina 1 a Pistoia, all’interno della Cittadella della Misericordia.

Il connubio fra il Centro e la Misericordia di Pistoia dura da oltre 30 anni, da quando i fisioterapisti Daniela Sansoni e Leonardo Bigagli si sono conosciuti e hanno iniziato a lavorare insieme. All’epoca la Fisioterapia si trovava in vicolo Santa Caterina, nei pressi della storica sede di via del Can Bianco. Dieci anni fa, l’approdo alla Cittadella della Misericordia, dove Leonardo e Daniela rilevano il ramo d’azienda iniziando così una nuova avventura: «Con il nostro arrivo nella nuova sede, Daniela e io abbiamo dedicato al Centro ancor più energie, facendovi convergere non solo persone affette dalle più svariate patologie cliniche ma anche sportivi che, reduci da qualche infortunio, desiderano riacquistare una forma fisica ottimale».

Che questa operazione di coinvolgimento del mondo dello sport nelle prestazioni del Centro sia pienamente riuscita lo conferma Daniela Sansoni: «Io mi occupo soprattutto dei massaggi terapeutici, linfodrenaggi e massaggi sportivi, oltre che della fisioterapia classica post traumatica. Sono 30 anni che io e Leonardo svolgiamo insieme questa attività e negli ultimi 10 da soci dell’Elledi, insieme a Eleonora che si occupa dell’accoglienza dei pazienti e della gestione amministrativa del Centro. Soprattutto da quando ci siamo trasferiti alla Cittadella della Misericordia, abbiamo visto crescere il numero degli sportivi che si rivolgono a noi, andando ad aggiungersi alla nostra tradizionale platea di pazienti reduci da trauma».

Ad attirare gli sportivi e non solo, è in modo particolare una delle più recenti e sofisticate tecnologie per la riabilitazione, il D-Wall, chiamato anche “specchio digitale”, che rende più interattivo e piacevole il percorso di recupero. Attraverso una telecamera 3D, un monitor grande a parete e la piattaforma in cui sono inseriti dei sensori, il macchinario permette al paziente di valutare forza, movimento ed equilibrio, ma anche cura e prevenzione delle problematiche di postura e più in generale di molti fastidi fisici, mostrando gli eventuali difetti della sua postura durante il gesto motorio. Costituisce un vero vanto dell’intera struttura. I pregi e le caratteristiche di questo importante ritrovato della tecnica sono illustrati da Leonardo Bigagli: «Il D-Wall è un apparecchio diagnostico di ultima generazione che, attraverso la combinazione di più tecnologie, consente al fisioterapista di individuare le anomalie posturali e di agire di conseguenza. Con le sue 300 possibilità di programmazione, garantisce un’analisi precisa e globale di ogni situazione indicando quelle che possono essere le linee guida per una terapia mirata». Il D-Wall costituisce quindi una delle principali attrattive del Centro Elledi, visto che è l’unico presente in tutta l’area che si estende da Firenze a Pistoia, come puntualizza ancora Leonardo Bigagli: «Questo strumento viene prodotto ad Aosta da un’azienda di Bergamo. Tecnologia quindi tutta made in Italy che, in campo sportivo, viene testata con successo anche dai giocatori dell’Atalanta». Il diplomato Isef Mattia Paperetti, collaboratore del Centro, dà poi il suo decisivo apporto per ciò che concerne la “riatletizzazione”, proprio attraverso l’utilizzo di questa tecnologia.

Tra le altre apparecchiature di cui il Centro Elledi è dotato, vi sono la Tecar, utilizzata come antinfiammatorio delle articolazioni e per la risoluzione di edemi degli arti inferiori, il laser che agisce principalmente sul dolore, sull’infiammazione e sulla stimolazione delle cellule. E poi le onde d’urto, essenziali per combattere anche i fenomeni di calcificazione. «Abbiamo inoltre – continua Bigagli – la pressoterapia, tecnica terapeutica dotata di appositi gambali mirati agli arti inferiori, che usata nel post interventi, fratture e traumi contribuisce alla riabilitazione col suo importante effetto drenante, apportando ossigeno ai tessuti ed eliminando le tossine, oltre a essere utile agli arti superiori nelle donne operate al seno, per favorire il drenaggio dei liquidi». Sotto la direzione sanitaria del dottor Simone D’Andria il Centro Elledi, nella sua visione e approccio multidisciplinare, collabora in sinergia con altre professionalità e realtà che lo rendono ancora più attrattivo e innovativo. Nell’ambito della postura, il lavoro del Centro è coadiuvato dal dottor Fabio Moro specializzato in posturologia e osteopatia, mentre per l’aspetto prettamente odontoiatrico è attiva da tempo una collaborazione con la vicina Cieffe Odontoiatrica, di cui è responsabile il direttore sanitario dottor Giovanni Vultaggio. Per ulteriori specialistiche mediche e la diagnostica il Centro è convenzionato con il poliambulatorio della Misericordia di Pistoia e lo studio radiologico Ruggiero di Prato. Infine, nell’ottica di una presa in carico del paziente in modo multidimensionale, sul piano fisico ma anche energetico ed emozionale, il Centro si avvale della collaborazione ormai pluridecennale dell’osteopata Massimo Bartoletti e della consulenza di Annalisa Primavera, naturopata specializzata in riflessologia plantare, fiori di Bach, oltre ad essere operatrice col metodo Adamski per il trattamento riequilibrante dell’addome, che aiuta ad eliminare i gonfiori e ripristinare la salute dell’intestino grazie anche all’abbinamento dei cibi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La stagione in arrivo

Toscana, l'estate del turismo parte col vento in poppa ma pesano i capricci del meteo

di Barbara Antoni