Il Tirreno

Pistoia

L’allarme

Pistoia, paura a scuola: tosse e difficoltà a respirare. Ipotesi spray urticante: le parole della preside

di Massimo Donati

	I soccorsi davanti alla scuola Pacini e la preside Marzia Andreoni
I soccorsi davanti alla scuola Pacini e la preside Marzia Andreoni

È successo all’istituto Pacini. La dirigente, Marzia Andreoni: «Probabilmente si è trattato di un gesto goliardico tra i ragazzi»

15 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PISTOIA. Probabilmente uno spray urticante, o una classica fialetta dal contenuto nauseabondo schiacciata sul pavimento. Quasi certamente un gesto goliardico. Fatto sta che i diciassette adolescenti che si trovavano all’interno della classe e la loro insegnante hanno cominciato a tossire e a respirare male a causa dell’irritazione alla gola. Immediata la loro evacuazione in una classe adiacente, e la richiesta di aiuto a 118 e vigili del fuoco .

Erano da poco passate le undici e mezzo di ieri mattina all’istituto Pacini di Corso Gramsci. Apprensione, un po’ di paura, ma alla fine tutto si è risolto per il meglio, senza nessuna conseguenza per la salute degli studenti. Sul posto – scattata la procedura prevista dal 118 per le maxi-emergenze – sono accorse l’automedica e due ambulanze – della Misericordia di Pistoia e di quella di Chiazzano – e le analisi effettuate sui ragazzi (di una prima classe, collocata al piano terra della succursale)per misurare la saturazione di ossigeno nel sangue hanno dato subito esiti rassicuranti. Così come gli accertamenti eseguiti dai vigili del fuoco non hanno riscontrato tracce di gas o di vapori nocivi.

«Non sappiamo cosa sia successo – spiega la preside Marzia Andreoni – I ragazzi di una classe al piano terra hanno cominciato ad avere delle forti difficoltà respiratorie. Sono accorsa subito anche io ed effettivamente all’interno di quell’aula non si respirava bene. Ho allertato il 112, è venuta l’emergenza sanitaria, sono venuti i vigili del fuoco e abbiamo appurato che i ragazzi non hanno alcun tipo di problema di salute e che non c’è niente di strutturale. Nessun pericolo. Non è escluso che si sia trattato di un scherzo all’interno della classe: ragazzini che hanno voluto fare una goliardata. Lo spero, perché questo non comporterebbe rischi per la salute».

Le immediate verifiche hanno riguardato anche le tubazioni del gas. «Ho chiamato la proprietà dell’immobile – prosegue la preside – e mi hanno assicurato che lì non ci sono tubature. E la cosa mi è stata confermata dai vigili del fuoco, che hanno fatto indagini accurate. Nessun rischio per i nostri ragazzi del Pacini, stanno tutti bene. Un po’ scioccati siamo noi insegnanti che siamo accorsi, ma perché abbiamo a cuore l’incolumità dei nostri ragazzi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Le ultime
La tragedia

Valtellina, chi sono i tre militari del soccorso alpino della Guardia di finanza morti in Val Masino