Il Tirreno

Pistoia

Personaggi

Pistoia, è morto Luigi Bardelli: fondatore di Tvl e dell’Aias

Pistoia, è morto Luigi Bardelli: fondatore di Tvl e dell’Aias

Città in lutto per la scomparsa a 88 anni di Luigi Bardelli, domani il funerale. Il cordoglio del governatore Giani e del vescovo Tardelli

12 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PISTOIA. La città di Pistoia si risveglia più sola nella mattina di domenica 12 maggio. Si è spento nella notte, dopo una dura lotta contro la malattia, Luigi Bardelli, 88 anni, direttore (nonché fondatore) di Tvl e dell’Aias, l’Associazione che presta assistenza alle persone con disabilità, ora Maic. 

Sposato con la signora Franca, Bardelli lascia tre figli: Paola, Giovanni e Maria Chiara. Numerosi i messaggi di cordoglio giunti appena si è diffusa la notizia della sua morte, sui social e agli organi di informazione. Da parte di gente comune e di rappresentanti delle istituzioni. 

“Esprimo il mio più sincero e sentito cordoglio per la scomparsa di Luigi Bardelli - dice il vescovo di Pistoia e Pescia, monsignor Fausto Tardelli - protagonista in oltre 60 anni di impegno in tantissimi settori della nostra società, a livello locale e nazionale, rendendosi un pioniere nell’informazione e nell’attenzione e sostegno verso i più deboli. La testimonianza di un cattolico a tutto tondo che è stato fin dalla giovinezza pienamente partecipe della vita della chiesa diocesana. Per questo tutta la diocesi lo ricorda con riconoscenza. Animato sempre da una fede profonda che gli ha fatto affrontare con grande serenità anche gli ultimi giorni della sua vita che si è conclusa - significativamente - nel giorno in cui la chiesa ricorda e rivive l’ascensione al cielo del Signore Gesù. Con profondo cordoglio, in questo momento di dolore, desidero perciò esprimere la mia vicinanza e il mio sostegno alla famiglia e a tutti coloro che, sono certo, porteranno avanti con la stessa passione le tante realtà che Luigi Bardelli lascia alla nostra comunità”.

"Con profondo cordoglio e riconoscenza – afferma Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana - piango la scomparsa di Luigi Bardelli, una colonna della nostra comunità che ha lasciato un’impronta indelebile.

Nato a Pistoia nel 1936, Bardelli ha dedicato la sua vita a promuovere il bene comune e a dare voce ai più deboli attraverso il suo straordinario impegno nel giornalismo e nella comunicazione.

Direttore di TVL TVlibera Pistoia, ha dato voce ai territori, promosso la cultura educando intere generazioni e difeso i più vulnerabili con passione e dedizione. La sua fede cristiana ha guidato ogni sua azione, incarnando i valori di pace e solidarietà.

Ma il suo impegno non si è limitato alla sfera della comunicazione. Bardelli ha dedicato una parte significativa della sua vita alla difesa dei diritti dei disabili contribuendo a sviluppare strutture all'avanguardia per l'assistenza e la riabilitazione di centinaia di soggetti disabili.

Senza dubbio, il contributo di Luigi Bardelli ha reso Pistoia e l'intera Toscana un luogo migliore, più inclusivo e solidale. Il suo lascito rimarrà un esempio di dedizione e generosità per le generazioni future. Che il suo esempio continui a ispirarci e a guidarci nel perseguire un mondo più giusto e fraterno.

Un forte abbraccio alla sua famiglia che lo ha sempre sostenuto nelle sfide della vita e ai suoi tanti e bravi collaboratori che sapranno portare avanti nel suo nome ciò che ha sapientemente costruito.

Che la terra ti sia lieve caro Luigi, grazie di tutto!”.

La salma di Luigi Bardelli sarà esposta dalle ore 12 di domenica 12 maggio nella chiesa della Maic, in via San Biagio. Il funerale si svolgerà domani, lunedì 13 maggio, alle ore 15, nella chiesa di San Francesco.

Alla famiglia e ai colleghi di Tvl le più sentite condoglianze dalla redazione del Tirreno. 

Le ultime
Pianeta scuola e università

Ferrari, Don Abbondio e colesterolo: cosa c’è nel test di Medicina e quando usciranno i risultati