Il Tirreno

Pistoia

I numeri

Pistoia, l’anno scolastico 2024-2025 parte con 12 cattedre in meno: i dati degli organici

Pistoia, l’anno scolastico 2024-2025 parte con 12 cattedre in meno: i dati degli organici

Non si ferma la lenta erosione dell’organico di diritto

27 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PISTOIA. In provincia di Pistoia non si arresta la lenta erosione dell’organico di diritto che, quest’anno, vede la scomparsa di 12 cattedre, i cui docenti sono diventati soprannumerari.

La spiegazione

Questi docenti hanno potuto comunque fruire della riapertura dei termini dei trasferimenti e questo ha fatto sì che nessuno di loro abbia dovuto lasciare la provincia di Pistoia. Alcuni hanno trovato posto nella loro classe di concorso, altri hanno dovuto optare per un posto nel potenziamento. Questa situazione emerge dalla presentazione della dotazione organico di diritto presentata dall’Ufficio scolastico regionale che, calata nella realtà pistoiese, si quantifica in 3. 201 posti comuni (o cattedre assegnate) di organico di diritto, altri 101 posti vengono recuperati dalle frazioni di ore che scaturiscono da cattedre che non raggiungono le 18 ore settimanali, facendo così attestare il numero complessivo a 3. 302. A questi posti comuni vanno aggiunti 11 posti di educazione motoria alla scuola primaria e 184 posti comuni di potenziamento suddivisi in 13 ore alla scuola d’infanzia, 65 alla scuola primaria, 17 alle scuole medie e 89 in quelle superiori.

I numeri

I posti di organico comune riservati al sostegno sono 614, lo stesso numero previsto nell’anno precedente. Di questi 31 sono posti comuni di sostegno nelle scuole d’infanzia, 191 nella scuola primaria, 157 alle scuole medie e 235 in quelle superiori. Anche quest’anno, sono poi previsti 37 posti di potenziamento nel sostegno, suddivisi in 12 alle scuole elementari, 9 alle medie e 16 alle superiori. Resta inoltre estremamente difficile la situazione del sostegno visto che, pur tenendo conto delle deroghe (cioé del ricorso ai precari) che sicuramente verranno concesse, ciascun docente dovrà seguire di media almeno tre ragazzi con varie certificazioni. Spesso inoltre si tratta di docenti che non hanno l’abilitazione per il sostegno ma che vengono utilizzati a questo scopo per sopperire a necessità impellenti di ogni singolo istituto . Nell’anno in corso infatti, in base a dati forniti dalla Flc Cgil, erano presenti in provincia di Pistoia 2. 036 alunni con disabilità, in base alla legge 104/92. Di questi, 940 sono in situazione di estrema fragilità, rientrando nell’articolo 3 e comma 3 della legge. A fronte quindi dei 2. 036 ragazzi con disabilità certificata, nell’anno in corso, sono stati attivati solo 1. 593, 5 posti di sostegno o in organico di diritto con posto comune o con deroghe, attingendo quindi dall’organico di fatto che è costituito da precari. Questa situazione di carenza di docenti di sostegno con certificazione specifica è destinata a protrarsi ancora per alcuni anni anche se, ultimamente, sono molti i docenti che si stanno dotando di questa certificazione che si ottiene con un apposito corso post universitario. I dati dell’ufficio scolastico regionale certificano poi che in provincia di Pistoia sono previsti 37. 258 studenti per tutte le scuole di ogni ordine e grado, suddivisi in 1. 821 sezioni. Saranno 4. 571 i piccoli delle scuole d’infanzia che troveranno posto in 215 classi. I 10. 840 studenti della primaria andranno a riempire 574 classi mentre i 7. 621 alunni delle superiori avranno a disposizione 357 sezioni. Saranno infine 14. 226 gli studenti delle scuole superiori che saranno spalmati in 675 sezioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime
Violenza domestica

Agrigento, accoltella la moglie e due figli e si barrica in casa: i bambini in rianimazione