Il Tirreno

Pistoia

Il caso

Nessuno vuole fare il sindaco a Sambuca Pistoiese: a due mesi dalle elezioni non ci sono candidati

di Carlo Bardini

	Il paese di Sambuca Pistoiese
Il paese di Sambuca Pistoiese

Schieramenti al lavoro per trovare il nome del successore di Micheletti, il quale ha già detto no alla propria candidatura per un terzo mandato con il centrosinistra

03 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





SAMBUCA. Il Comune di Sambuca pistoiese è alla ricerca di un sindaco. A due mesi dalle elezioni comunali, il territorio guidato per dieci anni anni da Fabio Micheletti (centrosinistra) non è stato ancora in grado di indicare un candidato a primo cittadino. E stanno nelle solite condizioni di incertezza sia il centrodestra che il centrosinistra.

Il sindaco uscente Micheletti ha già dichiarato che non vuole fare il terzo mandato. Ormai sulla soglia dei 65 anni, preferisce dedicarsi ad altro nel futuro che lo attende e non presentarsi alla competizione del 8-9 giugno. Ma, per il momento, nessuna coalizione politica ha un proprio favorito e i tempi stanno davvero stringendo.

Tuttavia, l’idea del commissariamento nel caso in cui non si presentasse nessuna lista non piace a nessuno, ed è probabile che alla fine entrambi gli schieramenti avanzeranno il proprio nome.

«Stiamo lavorando con gli alleati – spiega Lorenzo Vignali, vice coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia – e per ora abbiamo fatto degli incontri. Ci presenteremo tutti uniti, cioè con Lega e Forza Italia, come stiamo facendo anche negli altri Comuni. Per Sambuca stiamo cercando il candidato giusto e qualche nome papabile è già emerso, ma niente di definitivo».

Poi aggiunge. «Anche se il mio partito è in crescita, credo che a livello nazionale ci sia una disaffezione alla politica ed è questa una delle ragioni per la quale a questa tornata elettorale è difficile trovare il nome giusto per Sambuca. Ma comunque siamo fiduciosi del buon esito delle consultazioni interne».

Anche il centrosinistra naviga in acque alte. «Prima di tutto il Partito democratico ringrazia il sindaco uscente Fabio Micheletti per il lavoro svolto in questi ultimi dieci anni – dice Carla Micheletti, segretaria comunale del Pd a Sambuca – L’amministrazione guidata da Democratici e Civici lascia alla nostra comunità locale un ente in buone condizioni, nonostante le criticità che tutti i piccoli Comuni montani oggi si trovano ad affrontare. In effetti un nostro candidato a sindaco per ora manca, ma il centrosinistra locale sta svolgendo le proprie riflessioni interne, come sempre avviene, a maggior ragione quando si chiude un ciclo di dieci anni e si apre un nuovo capitolo. Stiamo cercando una figura capace di rappresentare la nostra comunità e che abbia un legame autentico con questo territorio. Sono convinta che nei prossimi giorni riusciremo a concludere il nostro percorso di confronto interno, dandone conto all’esterno, all’intera cittadinanza».

«Ci aspettano settimane intense – conclude la segretaria comunale del Pd a Sambuca – di confronto con le nostre frazioni e con le realtà associative che caratterizzano e arricchiscono la nostra comunità. Sono convinta che riusciremo a proseguire sulla buona strada tracciata in questi dieci anni».

Eppure non dovrebbe essere così difficile trovare un candidato per Sambuca. Nonostante sia un Comune piccolo, il nuovo sindaco si troverà nelle mani un ente sano, senza debiti, che ha chiuso in positivo il proprio bilancio. Nei giorni scorsi, infatti, la giunta comunale ha approvato il conto consuntivo 2023, con un avanzo di amministrazione di 628.608 euro, di cui 139. 492 già disponibili. Il risultato di amministrazione dovrà poi essere discusso e approvato in consiglio comunale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
L’addio

Morte di Mattia Giani, chiesa gremita per l'ultimo saluto al calciatore. La fidanzata: «Sarai sempre la metà del mio cuore»