pistoia
cronaca

Scientifico a Pistoia, la proposta dei docenti: «Via l’abbinamento con i Savoia»

Il liceo è intitolato ad Amedeo Duca d’Aosta: «Casata collusa col fascismo»


19 giugno 2022 Tiziana Gori


PISTOIA.  Il collegio dei docenti propone ufficialmente di cambiare il nome del Liceo. Il consiglio d’istituto, composto da rappresentanti dei genitori, degli studenti, dei docenti e degli Ata, avrà ora il compito di accogliere o declinare la proposta.

Quello che è certo è che da quando la notizia si è diffusa i pistoiesi si sono ufficialmente divisi in due fazioni. E di queste fazioni non fanno parte solo gli studenti passati e presenti del Liceo scientifico Amedeo Duca d’Aosta, ma anche “semplici” cittadini, che vogliono dire la loro.

E naturalmente consiglieri comunali di diverso sentire politico e ideologico. «Con tutti i problemi che i ragazzi hanno in questa epoca difficile e complicata – chiosa il consigliere di Fratelli d’Italia Gabriele Sgueglia – il collegio dei docenti giustamente si occupa di applicare la cultura della cancellazione dalla storia al duca Amedeo di Savoia, eroe di guerra conosciuto e amato in tutti i luoghi in cui si è ritrovato ad operare (cosa che poteva rifiutarsi di fare, visto che era un reale)». Gli risponde a stretto giro di post un docente del Liceo, che ironizza sul fatto che il duca fosse “amato” sopratutto da quelli che si sono trovati sotto bombe chimiche. Sgueglia ricorda che gli orrori della guerra hanno, da questo punto di vista, accumunato tanti generali del passato.

Simona Querci, esponente del Pd, ex assessora a Serravalle e docente, fa già un passo avanti, e afferma che non le dispiacerebbe l’intitolazione della scuola a Gino Strada. C’è chi condivide, ma tra chi accoglie con favore l’idea del cambio di denominazione prevale “Liceo Margherita Hack”. Sì, perché la proposta del collegio dei docenti passata venerdì scorso, vorrebbe anche l’intitolazione a una donna.

Il Liceo ha iniziato l’attività didattica nell’anno scolastico 1041/42. Anno in cui il Duca d’Aosta morì, durante la guerra d’Africa. Amedeo, membro di Casa Savoia appartenente al ramo Savoia-Aosta; fu viceré d'Etiopia dal 1937 al 1941 e re titolare d'Ungheria. Persa la battaglia dell’Amba Alagi, nel 1941, fu fatto prigioniero dagli inglesi. Morì, ammalato di malaria e tubercolosi, il 3 marzo 1942.


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.