Il Tirreno

Pistoia

quarrata 

Mantellassi, Belli, Chiti: le nuove strade dedicate a tre grandi imprenditori

L’inaugurazione della strada dedicata a Romano Chiti: i familiari dell’imprenditore con il sindaco Mazzanti e il presidente Giani (foto Gori)
L’inaugurazione della strada dedicata a Romano Chiti: i familiari dell’imprenditore con il sindaco Mazzanti e il presidente Giani (foto Gori)

A Quarrata inaugurazione sotto la pioggia con il sindaco Mazzanti e il presidente della Regione per i collegamenti tra via Firenze e via Piero della Francesca

30 aprile 2021
3 MINUTI DI LETTURA





QUARRATA. Due nuove rotonde e due nuove strade per Quarrata. Inaugurata ieri mattina, sotto la pioggia, la nuova viabilità tra via Firenze e via Piero della Francesca: una delle rotonde è dedicata all’imprenditore quarratino Fabrizio Mantellassi, mentre le due strade sono intitolate ad altrettanti imprenditori cittadini, Arzelio Belli, fondatore della fabbrica di mobili Cimot e Romano Chiti, fondatore dell’omonima azienda di trasporti.

A tagliare il nastro, oltre al sindaco di Quarrata Marco Mazzanti, il presidente della Regione Eugenio Giani; la Regione, difatti, ha finanziato interamente l’opera con un milione di euro. Presenti anche le famiglie degli imprenditori a cui sono state dedicate le nuove infrastrutture, le ditte che hanno realizzato le opere ed i tecnici comunali che hanno seguito i lavori. Per evitare assembramenti, la cerimonia non era aperta alla cittadinanza.

L’intervento di realizzazione del nuovo raccordo ha preso il via nel settembre scorso con due obiettivi: il primo è decongestionare il centro della città e la via Montalbano dal traffico, specialmente dei mezzi pesanti; il secondo è mettere in comunicazione le principali aree produttive di Quarrata con la viabilità che porta al casello autostradale di Prato Ovest. Con la nuova strada, infatti, l’area artigianale ed industriale di San Biagio, tra via Firenze e via Montalbano, e l’area industriale dei Martiri, nei pressi del viale Europa, saranno collegate da strade più scorrevoli ed esterne alle zone residenziali del centro della città.

La necessità dell’intervento scaturisce anche dall’incremento di traffico che ha interessato via Firenze dopo l’apertura della nuova viabilità di collegamento con lo snodo autostradale di Prato Ovest e a seguito della realizzazione del centro di raccolta “Eco” in via Bocca di Gora e Tinaia.

«Quella che abbiamo appena inaugurato – ha affermato il sindaco Marco Mazzanti – è una delle più importanti opere infrastrutturali realizzate a Quarrata durante il mio mandato amministrativo. In un momento così difficile per l’economia, poi, sono lieto di poter migliorare in maniera significativa la viabilità a servizio delle zone industriali e artigianali cittadine. In questo modo spero non solo di aiutare le ditte attualmente presenti, ma anche di attrarne di nuove».

Mazzanti ha anche ringraziato le famiglie degli imprenditori Belli e Chiti ai quali sono state dedicate le nuove strade e la famiglia Bacci Mantellassi che ha donato le sculture che ornano la rotonda di via Firenze.

In particolare, all’immissione della nuova via Romano Chiti con la via Firenze è stata realizzata una rotonda, che ospita due opere realizzate dall'artista Enzo Pazzagli: "I Tre Arlecchini" (1966) e "Pegaso" (1983) gentilmente donate al Comune di Quarrata dalla famiglia Mantellassi Bacci, in ricordo dell'imprenditore quarratino Fabrizio Mantellassi. La nuova rotonda accoglie anche le bandiere dell’Italia, dell’Europa, della Regione e del Comune ed un arredo a verde che disegna una “Q” di Quarrata. Da questa seconda nuova rotonda parte un’altra nuova strada, la via Arzelio Belli, che va a ricongiungersi con via Larga. Anch’essa è a doppio senso e costeggiata da un percorso ciclabile e da marciapiedi. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Primo piano
La ricostruzione

Morto in moto a Grosseto, chi era il dentista Lapo Bernardi e la testimonianza: «Ho visto la manovra fatale»

di Maurizio Caldarelli