Il Tirreno

Pistoia

l’indagine 

Una finestra aperta sulla scuola ai tempi del Covid Partita l’indagine

Una finestra aperta sulla scuola ai tempi del Covid Partita l’indagine

Il laboratorio pistoiese di ricerca sociologica Poieinlab sta diffondendo un questionario on line. A giugno i risultati

29 aprile 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Fabio Calamati

PISTOIA. Il laboratorio pistoiese di ricerca sociologica Poieinlab continua la sua opera di scandaglio della società al tempo del Covid. E dopo aver concentrato l’attenzione su ambiti come la situazione economica delle famiglie e la percezione dell’Unione europea, adesso si concentra sul mondo della scuola. «Non solo – come spiega il fondatore e direttore di Poieinlab Filippo Buccarelli – per affrontare al meglio l’emergenza sanitaria, ma per ripensarsi, ed essere ripensata dai decisori politici e della forze di governo, in prospettiva strategica, orientata cioè verso un effettivo miglioramento dell’educazione dell’istruzione e della formazione».

Tante le domande affidate ad un sondaggio attualmente in corso. Quali sono le ricadute che il Covid-19 sta avendo e avrà sul modo di fare didattica e di preparare le ragazze e i ragazzi? Quali quelle dell’apprendimento a distanza – e svolto con quale tipo di metodi – certo sul loro rendimento ma anche sui loro equilibri di vita, su come si relazionano con i compagni, con gli amici e con i loro docenti? E poi ancora: quali i cambiamenti indotti sul loro stato d’animo, sulla loro maniera di vivere le emozioni, di rapportarsi con il proprio corpo e con quella dimensione delicata che è il mondo dei sentimenti e della sessualità? E poiché la scuola non è fatta solo di studenti ma anche di insegnanti e genitori – quali le ripercussioni sulle relazioni familiari, sulle sfere del lavoro e della professionalità, sullo spessore anche in questo caso emotivo degli adulti?

L’indagine viene svolta in convenzione con Cambio-Laboratorio sulle trasformazioni sociali dell’Università di Firenze e – come le altre indagini – insieme al Cipes (Centro di iniziativa pistoiese sull’economia e sul sociale).

La rilevazione viene svolta su scala nazionale e da una settimana è promossa anche su uno dei più importanti portali dedicato quale “Tutto Scuola”. L’indagine è aperta agli studenti di 16 anni e oltre, ai docenti, educatori e formatori di ogni ordine e grado (dalla scuola dell’infanzia all’università), infine ai genitori, alle famiglie e a tutti coloro che a vario titolo – o per ragioni professionali o perché esperti o semplici interessati al problema – si stanno occupando della questione.

L’indagine è ovviamente del tutto anonima e condotta nel pieno rispetto delle più recente normativa in tema di tutela della privacy e di trattamento dei dati personali e sensibili. Chiunque sia interessato può parteciparvi e accedere alla compilazione del questionario (circa 25 domande, per un tempo di medio per le risposte di 15 minuti) attraverso questo link: https: //it. research. net/r/D72K2VD.

Non solo ma – poiché il metodo di raccolta delle informazioni è misto (via web e mediante campionaria telefonica) – Poieinlab chiede di estendere l’invito a prendere parte anche a tutti coloro che si ritengano possibili interessati a questo percorso conoscitivo, semplicemente notificando e/o girando loro via e-mail quello stesso link.

I piani di Poieinlab e di Cipes prevedono la conclusione della ricerca a maggio e la presentazione dei risultati a giugno, in un appuntamento che si spera possa svolgersi in presenza e non in videoconferenza. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Primo piano
La tragedia

Con il gommone contro gli scogli: muore un giovane ufficiale toscano della Marina