Il Tirreno

Pistoia

le piastre 

“La panchina di Gianco” Nel libro di Begliomini l’amarcord del paese

C. B.

27 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





LE PIASTRE. Un libro di solito lo si compra in libreria. Ma se è “il genio” di un piastrese ad aver messo nero su bianco un piccolo romanzo, allora nessuno si stupirà se lo si potrà comprare anche dal macellaio, o dal pasticcere oppure nei bar. Ed è ciò che sta succedendo ad Emanuele Begliomini, Magnifico rettore dell’Accademia della Bugia, che ha scritto il suo ultimo lavoro dal titolo “La panchina di Gianco”. Un piccolo romanzo che rimanda lo scrittore indietro nel tempo, immerso nei ricordi e nelle vicende che lo hanno legato a persone e fatti del suo paese. E che era impossibile che non si intrecciassero con l’amico Giancarlo Corsini, uno degli ideatori del Campionato della bugia e di molte altre manifestazioni curiose de Le Piastre, di recente scomparso e che ancora oggi “siede” su quella panchina nella Piazza del paese sotto forma di statua . «Cosa succede quando si torna alle proprie origini seppur solo il tempo necessario per una veloce pausa pranzo? Questo libro, indirettamente – spiega l’autore – tra ricordi e persone che scorrono in episodi semiseri prova a rispondere a questa domanda. Ci sono vicende strambe, personaggi degni di essere mitizzati secondo una chiara logica affettiva. Tutto scorre veloce e appare chiaro ma velato di mistero in una richiesta di qualcosa che sembra impossibile da trovare». Il libro ha la prefazione di Luciano Corsini, una postfazione di Piero Ceccatelli e delle belle foto di Nicolò Begliomini. «L’idea mi è venuta durante un periodo di isolamento –aggiunge Begliomini –a causa del Covid-19. Qualcosa dovevo trovare per passare il tempo e questo è stato il pretesto. Nel libro non faccio mai menzione de Le Piastre, perché ogni lettore deve cercare di legarlo alla propria infanzia. Con l’editore, che ringrazio (Festina lente di Ferrara nda) abbiamo deciso, visto il periodo, di venderlo soprattutto online». “La panchina di Gianco” è dedicato ad Annalisa Mannelli, madre dell’autore recentemente scomparsa e i proventi della vendita saranno devoluti interamente all’Accademia della Bugia” de Le Piastre. —

C. B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Elezioni

Ballottaggi in Toscana, si vota in 18 città: seggi aperti oggi e domani. Le 4 sfide ad alta tensione

di Mario Neri