Il Tirreno

Pisa

Calcio: Serie B

Pisa, batticuore e goduria: all’Arena super rimonta col Palermo

di Andrea Chiavacci

	Il Pisa batte 4-3 il Palermo all'Arena (Foto Muzzi)
Il Pisa batte 4-3 il Palermo all'Arena (Foto Muzzi)

Finisce 4-3 con doppietta di Matteo Tramoni al rientro in campo dopo sette mesi out per infortunio

01 aprile 2024
5 MINUTI DI LETTURA





PISA. Sotto gli occhi del Patron Alexander Knaster il Pisa batte 4-3 il Palermo in rimonta tra mille emozioni, nel pomeriggio di lunedì 1 aprile. Copertina a Matteo Tramoni che torna in campo a sette mesi dall'infortunio al crociato e nel giro di pochi minuti segna due gol. Pisa ottavo con quaranta punti. Prima della partita, come su tutti i campi, un minuto di silenzio per ricordare il direttore generale della Fiorentina Joe Barone.

Il ruggito della Nord

La Curva Nord, i tifosi dei gruppi sono rientrati oggi dopo la riapertura del curvino, prova a spingere il Pisa fin dai primi minuti. Il Pisa stavolta gioca con il 3-5-1-1, con Moreo alle spalle di Bonfanti e Valoti a centrocampo, prova a sorprendere un Palermo che è rimasto con un difesa a quattro ma è passato dal 4-2-3-1 al 4-3-3. Nerazzurri vicini gol gol dopo due minuti: angolo da destra di Esteves c'è Moreo che anticipa tutti di testa, Brunori tocca a pochi metri dalla linea, la palla carambola sul palo e poi Canestrelli non trova il tap in vincente e Pigliacelli sbroglia la matassa. Meglio il Pisa in avvio, mentre nel Palermo Gomes e Coulibaly sono già ammoniti nei primi minuti. Al 18' cross da da destra di Moreo a centro area dove irrompe Bonfanti di testa che però mette alto. Nel Palermo si fa male Coulibaly che già al 20' deve lasciare il posto a Vasic. Al 24' lancio di Gomes per Di Francesco che aggancia bene e segna un gran gol di destro. Il Var però richiama Fourneau e l'arbitro dopo uin paio di minuti annulla per fuorigioco. Il Palermo però inizia a prendere campo e il Pisa perde troppi palloni davanti alla propa area. Dopo una chance sfumata per un soffio, con Di Francesco che non arriva su un lancio dalle retrovie, ecco che si fa vedere Brunori con un tiro dal limite deviato in angolo da Loria. Il gol è nell'aria e dopo una punizione conquistata proprio dal nuovo entrato da Vasic al limite dell'area Brunori la mette all'incrocio dei pali di destro al 32'.Il Pisa prova a scuotersi dopo lo svantaggio. Prima ci prova Moreo, alto, e poi Bonfanti si libera al tiro ma Pigliacelli blocca senza problemi. Adesso però il Palermo è padrone del campo e sfonda soprattutto sul lato destro del Pisa. Al 42' arriva il raddoppio con Brunori che serve in contropiede Lund che si inserisce bene e batte Loria con un tiro secco sul primo palo. Il Pisa però potrebbe subito accorciare le distanze: D'Alessandro va al cross da destra per Barbieri che stacca di testa a colpo sicuro, Pigliacelli respinge in tuffo e poi Moreo mette alto. Nella ripresa Beruatto sostituisce Barbieri, già ammonito, a sinistra.I nerazzurri ci provano subito su calcio d'angolo di Esteves ma il colpo di testa di Bonfanti è alto. Il Pisa preme e la riapre con il primo in campionato di D'Alessandro, bel tiro a girare dopo un dribbling su Nedelcearu, su assist di Beruatto. Il Pisa è trasformato e dopo una chance mancata da Calabresi, che ritarda il tiro, pareggia al 18' con Bonfanti su cross basso dalla destra di Marin.

La svolta

Passa un minuto e il Palermo resta in dieci per il secondo gialloa Gomes. Al 23' Pigliacelli alza in angolo un tiro al volo di Valoti su cross di D'Alessandro. Il Pisa poi protesta per un presunto tocco di mano in area di Ceccaroni. Al 27' ci prova Caracciolo dalla distanza e ancora una volta Pigliacelli alza in angolo. Quando il Pisa produce il massimo sforzo ecco alla mezz'ora un altro episodio chiave stavolta in senso negativo. Beruatto respinge corto di testa verso la metà campo dove intercetta Brunori che entra in area e serve Vasic che entra a contatto con D'Alessandro. Fourneau concede rigore malgrado le proteste. Brunori tradsforma di potenza. Aquilani inserisce Torregrossa, Matteo e Lisandru Tramoni per Moreo, Calabresi e D'Alessandro e prova giocarsi il tutto per tutto nel finale. Al 38' il Pisa fa 3-3: corner corto di Esteves per Matteo Tramoni che calcia un diagonale imparabile per Pigliacelli. Il Pisa injsiste e al 9' passa ancora con Matteo Tramoni che anticipa secco Segre su un pallone vagante in area e poi segna di destro. L'Arena esplode. Nei sette minuti dui recupero non cambia la sostanza e il Pisa vince con pieno merito. Grande festa sotto la Nord. Sabato prossimo in casa del Brescia non ci sarà Barbieri, ammonito nel primo tempo, per squalifica visto che era nella lista dei diffidati.

Il tabellino

PISA (3-5-1-1): Loria; Calabresi (33' st M. Tramoni), Catracciolo, Canestrelli; D'Alessandro ( 33' st L.Tramoni), Marin, Esteves, Valoti Barbieri (1' st Beruatto); Moreo (33' st Torregrossa); Bonfanti (44' st Veloso). A disp.: Nicolas, Leverbe, Touré, Beruatto, Masucci, Arena, De Vitis, Piccinini, Veloso. All.: Aquilani.

PALERMO (4-3-3): Picgliacelli; Diakité, Nedelcearu, Ceccaroni, Lund; Coulibaly ( 20' pt Vasic), Segre, Gomes, Di Mariano (37' st Graves), Brunori (37' st Soleri), Di Francesco (28' st Aurelio). A disp.: Desplancjhes, Jensen, Lucioni, Stulac, Mancuso, Insigne, Henderson, Traore. All.: Corini.

ARBITRO: Fourneau di Roma 1.

RETI: pt 32' Brunori, 42' Lund; st 14' D'Alessandro, 18' Bonfanti, 31' Brunori su rigore, 39' e 45' M. Tramoni. NOTE: spettatori 8.141. Espulso Gomes 19' s.t. per doppia ammonizione. Ammoniti: Gomes, Coulibaly, Barbieri, Calabresi, Caracciolo. Angoli: 9-1. Recupero: pt 4'; st 6'.

Primo piano
Le celebrazioni

25 Aprile, piazza della Signoria gremita: Stefano Massini legge il monologo di Scurati – Video