Il Tirreno

Pisa

Pisa calcio
La novità

Pisa, arriva la cittadinanza italiana per Matteo e Lisandru Tramoni

di Andrea Chiavacci
Pisa, arriva la cittadinanza italiana per Matteo e Lisandru Tramoni

I due fratelli convocabili in azzurro anche se hanno già giocato con la Francia, rientrano gli altri “nazionali”, delusione per Hermannsson: niente Europei

28 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PISA. Pisa-Palermo, in programma lunedì alle 15, potrebbe essere una delle prime partite con il Pisa praticamente al completo con il rientro dei vari nazionali. Escluso il lungodegente Andrea Barberis gli altri giocatori dovrebbero essere tutti a disposizione di Alberto Aquilani.

Fratelli italiani

La notizia del giorno però è che Matteo e Lisandru Tramoni hanno completato positivamente l’iter necessario per il riconoscimento della cittadinanza Italiana, come annunciato dal Pisa sul proprio sito ufficiale. Il club nerazzurro ha ringraziato l’avvocatessa Ramona Castagnini e l’avvocato Antonio Galletta per aver fattivamente contribuito al positivo esito della procedura burocratica. Entrambi i due calciatori originari della Corsica, dunque, da questo momento in poi possono vestire anche la maglia azzurra della Nazionale italiana. Matteo Tramoni, classe 2000 ha vestito la maglia della Nazionale francese ma solo a livello giovanile, 5 presenze in Under 18 e una in Under 19, e quindi può tecnicamente indossare la maglia azzurra. Una settimana importante per Matteo, visto che contro il Palermo dovrebbe esser convocato dopo oltre sette mesi dall'infortunio al legamento crociato del ginocchio sinistro. Anche Lisandru Tramoni , classe 2003, ha indossato la maglia della Francia solo a livello giovanile. Ben 12 presenze e 3 reti con l'Under 16, 6 partite e due gol con l'Under 17. Anche lui è convocabile in azzurro. L’U21 di Nunziata potrebbe farci un pensierino.

Hermannsson

Intanto questa mattina Aquilani ritroverà a San Piero a Grado anche i nazionali – Barbieri era già rientrato dopo la conquista dell'Elite League con l'U20, – che sono scesi in campo durante questa sosta e potrebbero essere protagonisti con il Palermo. Il più deluso di tutti è sicuramente Hjortur Hermannsson. La sua Islanda non ha centrato la qualificazione a Euro 2024 uscendo sconfitta per 2-1, in rimonta, nella finale playoff di Wroclaw contro l'Ucraina. Hermannsson è rimasto in panchina sia nella gara decisiva che nella semifinale vinta per 4-1 con Israele. Per lui sfuma la possibilità di partecipare per la seconda volta agli Europei dopo quella del 2016. In nerazzurro per ora non è stata una stagione con troppe soddisfazioni per l'islandese, alla terza stagione a Pisa, con 12 presenze. Appena cinque da titolare.

Marin titolare

All'Europeo di Germania invece ci sarà la Romania di Marius Marin. Il centrocampista ha giocato titolare a Madrid nell'amichevole persa 3-2 dalla sua nazionale con la Colombia. Per Marin novanta minuti interi e anche un cartellino giallo dopo che era rimasto in panchina nell'1-1 di venerdì scorso contro l'Irlanda del Nord a Bucarest. Sicuramente contro il Palermo vorrà riscattare, più che la sconfitta del Metropolitano, la brutta giornata di Como quando fu protagonista in negativo della sconfitta per 3-1 dei nerazzurri. Una maglia da titolare sarà sua con i rosanero. Mlakar ed Esteves Anche la Slovenia di Jan Mlakar ha conquistato il pass per Euro 2024 in autunno e martedì scorso ha battuto in amichevole per 2-0 il Portogallo a Lubiana. Mlakar però non ha giocato. Per lui in questa sessione appena un tempo in campo nel 2-2 a Malta. Difficile vederlo dall'inizio con il Palermo ma Aquilani non lo ha mai bocciato del tutto. Finora però la stagione dello sloveno è insufficiente nonostante i tre gol segnati, molto belli quelli contro Ascoli e Modena, da dicembre in poi. Per lui queste otto partite saranno importanti anche per arrivare al meglio alla kermesse europea e provare finalmente ad avere più continuità anche nel Pisa. Per Tomas Esteves in due gare di qualificazione all'europeo U21 solo 13’ in campo con il Portogallo nel 5-1 alla Croazia di martedì scorso. Contro il Palermo potrebbe invece toccare a lui. Aquilani ultimamente lo ha schierato spesso a centrocampo oppure sulla fascia sinistra, lui che è un destro naturale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Lo strazio

Morte di Mattia Giani, la fidanzata Sofia: «Sarai l’amore della mia vita, proteggimi per sempre»