Il Tirreno

Pisa

Pisa calcio

Pisa, il Palermo è già nel mirino Aquilani ritrova Torregrossa

di Andrea Chiavacci

	Ernesto Torregrossa. È tornato ad allenarsi in gruppo
Ernesto Torregrossa. È tornato ad allenarsi in gruppo

Il centravanti lavora con il gruppo e dovrebbe essere fra i convocati

27 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PISA. Il Pisa ha iniziato ieri pomeriggio l’operazione Palermo (lunedì 1° aprile alle ore 15) tornando ad allenarsi a san Piero a Grado dopo due giorni di riposo. La notizia della riapertura del curvino, con 500 posti in più, e di conseguenza del rientro dei tifosi della Nord è sicuramente una bella notizia per Aquilani e la squadra.
Torregrossa in gruppo
L’altra bella notizia è che ieri si è allenato in gruppo anche Ernesto Torregrossa.
Il numero dieci nerazzurro sta vivendo l’ennesima stagione con tanti guai fisici. L’ultimo stop è arrivato dopo la gara del 17 febbraio scorso a Parma quando riportò un trauma distorsivo al ginocchio dopo una botta rimediata nel primo tempo con i gialloblù. Adesso il rientro in gruppo dopo un mese e mezzo. La speranza è di vederlo almeno tra i convocati contro i rosanero.
Per Matteo Tramoni quasi certamente ci sarà la prima convocazione dopo sette mesi di assenza per l’infortunio al legamento crociato del ginocchio sinistro. Un altro segnale positivo è che ieri il gruppo, nazionali a parte, era praticamente al completo come quasi mai è accaduto in questa stagione.
Tanto che il tecnico Alberto Aquilani non ha mai potuto schierare la stessa squadra per due gare di fila.
Adesso l’unico infortunato è Barberis che ne avrà per 8-9 mesi dopo l’infortunio al crociato destro contro il Modena.
È tornato Barbieri
In attesa del rientro di Hermannsson, Marin, Mlakar ed Esteves impegnati ieri con le rispettive nazionali, è già rientrato da qualche giorno a Pisa e ieri si è allenato a San Piero a Grado anche Tommaso Barbieri dopo la conquista dell’Elite League con l’ Under 20.
Per Aquilani è importante lavorare qualche giorno in più con uno dei suoi elementi più in forma, che ha realizzato tre gol tutti nel girone di ritorno.
Per gli altri ci saranno meno allenamenti ma comunque il tempo di recupero stavolta dovrebbe essere sufficiente.
Certezza Canestrelli
Tra i vari dubbi, a cominciare da quello se schierare in porta Nicolas o Loria, titolare nelle ultime quattro gare, Aquilani parte da una certezza. Il suo insostituibile è il difensore Simone Canestrelli. Per lui 29 presenze, arricchite da tre gol, in 30 partite. E l’unica gara saltata è stata per squalifica proprio contro il Palermo all’andata. Per lui 2.610 minuti in campo. Il che significa che non è solo il giocatore più presente del Pisa ma anche quello di movimento di tutta la serie B. Davanti a lui ci sono “solo” nove portieri. Può giocare, così come capitan Caracciolo, sia nella difesa a tre che a quattro. Aquilani nel 7-0 nel test contro la Cuoiopelli ha provato entrambi gli assetti.
Le energie dopo lo stop
Storicamente il Pisa dopo la sosta fa un po’di fatica. In questa stagione fatta di tanti alti e bassi non ha però sfigurato dopo aver mandato giocatori in Nazionale. Due pareggi e una vittoria in casa. A settembre pareggio per 1-1 con il Bari, nel giorno in cui si infortunò D’Alessandro, a ottobre la vittoria per 2-1 sul Cittadella, con una bella prestazione, a novembre l’1-1 sofferto con il Brescia. A gennaio il Pisa pareggia per 2-2 in rimonta con la Reggiana. Sempre in casa. Ma in quel caso la sosta non era per le nazionali ma per la pausa invernale. Sempre difficile dosare le energie dopo la sosta. Fisiche e mentali. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Turismo

Il ponte del 25 aprile? Sulle piste a sciare: «Nevicata eccezionale». Ecco gli impianti aperti in Toscana