Il Tirreno

Pisa

scherma 

Il Club Di Ciolo ottiene grandi risultati alle qualificazioni per gli Assoluti

Il Club Di Ciolo ottiene grandi risultati alle qualificazioni per gli Assoluti

30 aprile 2021
3 MINUTI DI LETTURA





PISA. Un weekend intenso di prestazioni positive a Carrara, dove si sono svolte le prove di qualificazione valide ai fini dei campionati italiani Assoluti di scherma.

Le competizioni di sono aperte subito a favore degli atleti del Club Di Ciolo, con la qualificazione di Pierluigi Anichini nella spada, che si affianca ai qualificati di diritto Gabriele Cimini, Matteo Tagliarol, Cosimo Martini e Iacopo Marini, in quanto atleti di interesse nazionale. Tra le spadiste donne alla già qualificata di diritto Chiara Cimini, si aggiungono Sabrina Zanni, che raggiunge il podio con un ottimo terzo posto, e Iole Triglia. Da segnalare la prestazione di Vittoria Pinna, cadetta fiorettista in forte crescita, che ha dovuto cedere le armi alla compagna di squadra Iole, dopo un assalto degno di nota.

Si è cimentato nella sciabola Tommaso Chiappelli, fiorettista di interesse nazionale, perdendo per un soffio la qualifica contro il livornese Umberto Maria Ribaudo, assalto concluso in 14-15.

La seconda giornata di competizione dedicata al fioretto, si apre con il primo posto di Alessandro Maci, capitano della squadra di fioretto che milita in serie A, dimostrando netta superiorità tecnica e mentale rispetto agli avversari. Rientra alle competizioni italiane dopo l’erasmus in Finlandia anche Francesco Salvo, che ha continuato ad allenarsi nel club gemellato di Oulun: in questi mesi, sicuramente positivi per la sua formazione universitaria, è stato lontano dalla scherma di alto livello, ma siamo sicuri che le sue ottime qualità torneranno a farsi notare. Da segnalare le prestazioni di Lorenzo Tambasco, che si qualifica alla Coppa Italia, in netto miglioramento grazie agli sforzi profusi nei doppi allenamenti giornalieri, ma anche di Matteo Morini e Gianmaria Antonini, giovani talentuosi, Giovanni Landi, in leggera carenza da allenamento, ma con uno spirito competitivo altissimo, continuando con Jacopo Marini, capitano della squadra di spada che milita in serie A, Francesco Leccese, master appassionato e fisicamente migliorato, Giovanni Leccese, che dopo un bel girone ha perso con il più esperto aretino Piantini, Simone Leccese, cadetto che ha gareggiato con atleti più maturi e robusti di lui ha dovuto arrendersi solo al più esperto compagno di squadra, Lorenzo Parlanti, una certezza nel rendimento. Torna alle competizioni dopo alcuni anni Simone Breschi, leggermente arrugginito, ma molto positivo, come Andrea Cambursano che dimostra il suo carattere nonostante le difficoltà che incontra nel non potersi allenare. Tra le ragazze Alessandra Cinotti e Vittoria Pinna raggiungono la qualificazione dopo una serie di assalti positivi, confermando le loro indiscusse qualità tecniche e verve agonistica.

Il maestro Enrico Di Ciolo può ritenersi soddisfatto di questo weekend di gare, ma ci anticipa che: «Il meglio delle competizioni deve ancora venire, non vediamo l’ora di affrontare i qualificati delle varie regioni al campionato italiano, ci stiamo preparando affinando la preparazione in vista dei grandi eventi». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Incidenti stradali

Prato, perde il controllo della moto e si schianta contro un albero: morto a 49 anni