Il Tirreno

Pisa

La nomina

Pisa, cambia il questore dopo due mesi dalle manganellate agli studenti: chi è Raffaele Gargiulo


	Raffaele Gargiulo è il nuovo questore di Pisa
Raffaele Gargiulo è il nuovo questore di Pisa

Numerose esperienze in Toscana per il successore di Sebastiano Salvo, che è stato assegnato alla questura di La Spezia

30 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PISA. Raffaele Gargiulo è stato nominato questore di Pisa al posto di Sebastiano Salvo assegnato invece alla questura di La Spezia. Il trasferimento arriva a poco più di due mesi dagli scontri tra forze dell'ordine e studenti su cui era intervenuto anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Chi è Raffaele Gargiulo

Il nuovo questore di Pisa ha 61 anni ed è nato a Castellammare di Stabia. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Napoli, Gargiulo arriva dall’esperienza come questore di Latina, iniziata il 16 novembre 2022. In precedenza era stato questore di Vibo Valentina, in Calabria. Dopo aver superato il concorso da Commissario della Polizia di Stato, ha lavorato per circa dieci anni alla Questura di Napoli, dirigendo, tra l’altro, i Commissariati Distaccati di P.S. di Capri e di Pompei. Successivamente è stato chiamato a dirigere le Digos delle Questure di Massa-Carrara, Lucca, Trento e Pisa. Nel 2010 è stato promosso Primo Dirigente della Polizia di Stato e designato alla Divisione Anticrimine della Questura di Lucca, per poi dirigere, in seguito, i Commissariati Distaccati di P.S. di Carrara – dal 2013 al 2015 – e di Viareggio – dal 2015 al 2017. Dal 2017 al 2020 ha assunto le funzioni di Vicario alla Questura di Modena. Nel 2020 è stato promosso Dirigente Superiore della Polizia di Stato ed assegnato all’Ufficio Centrale Ispettivo del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Nell’ottobre 2020 è stato nominato Questore della provincia di Vibo Valentia. Poi l’esperienza a Latina e ora il nuovo incarico a Pisa.

Le ultime
Il lutto

È morta l’”immensamente Giulia” delle Vibrazioni, il ricordo commovente di Sarcina: «Ora più che mai sei lucente armonia»