Il Tirreno

Pisa

Ceciniadi 2024
Calci

Tony, l’ex rider della pizza diventato imprenditore

di Roberta Galli

	La storia di Antonio Del Galdo che lascia l’azienda di famiglia, comincia come rider e poi per passione si dedica alla sua pizzeria che ha tra i suoi pezzi forti la cecina, anche ripiena
La storia di Antonio Del Galdo che lascia l’azienda di famiglia, comincia come rider e poi per passione si dedica alla sua pizzeria che ha tra i suoi pezzi forti la cecina, anche ripiena

Ceciniadi 2024. Apre in pieno Covid e vince la sua sfida: i segreti della sua cecina

26 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





CALCI. Quella che si può gustare alla pizzeria da Zio Tony a Calci è una cecina classica, come tradizione comanda, realizzata con ingredienti di ottima qualità. A sfornarla tutti giorni è Antonio Del Galdo, 48 anni, originario di Pozzuoli, ma cresciuto a Pisa. Il suo è un impasto che cuoce in teglie piccole, così il prodotto non rimane in giacenza, e chi lo acquista lo assapora caldo al punto giusto.

La cecina da zio Tony si può gustare al piatto o nel mezzo di una focaccina fumante. Altrimenti per chi è intollerante al glutine, c’è la cecina ripiena: due fette morbide e dorate, a mo’ di pane, accompagnate da crudo, rucola o anche grana. Mentre per le pizze c’è solo l’imbarazzo della scelta, tra gusti classici e mode del momento. Antonio Del Galdo ha iniziato la sua avventura imprenditoriale in pieno Covid. «Era il 3 giugno del 2021 quando inaugurai il locale – racconta l'imprenditore – Un sogno che si avverava anche se il momento non era certo dei migliori, ma con impegno e passione, e con il peggio oramai alle spalle, adesso sono qui a raccontare la mia storia».

Una storia fatta di tanti clienti che fin da subito hanno accolto molto bene la proposta di zio Tony. Una soddisfazione non indifferente per Antonio che fino a qualche anno fa lavorava nell’impresa edile di famiglia. «La ristorazione è sempre stata la mia più grande passione – racconta ancora l'imprenditore – e dopo una dura gavetta, iniziata facendo il rider per una pizzeria di Cascina, sono riuscito finalmente a creare il mio locale e a portare avanti un mestiere che amo molto».

Del Galdo è iscritto all’Associazione Cecinai di Pisa e Provincia per custodire una tradizione, quella fatta di farina di ceci, acqua, sale e olio, che affonda le radici nella storia della nostra città. 
 

Le ultime
La tragedia

Valtellina, chi sono i tre militari del soccorso alpino della Guardia di finanza morti in Val Masino