Il Tirreno

Pisa

servizi 

Con il “Bonus Taxi e Ncc” un sostegno contro la crisi

Roberta Galli

29 aprile 2021
3 MINUTI DI LETTURA





PISA. Al via anche a Pisa, presso il Comune, le domande per ottenere il cosiddetto “Bonus Taxi e Ncc” rivolto a cittadini più fragili che avranno così la possibilità di usufruire di mezzi di trasporto pratici e sicuri con una spesa ridotta della corsa del 50 per cento. Riaperti inoltre i termini per il servizio “Taxi amico”, gestito dalla Società della Salute e destinato esclusivamente agli anziani residenti nel comune di Pisa. Entrambi i provvedimenti scadono il 30 giugno, salvo proroghe.

Le iniziative sono state presentate ieri mattina in piazza XX Settembre, davanti a Palazzo Gambacorti, alla presenza degli assessori Gianna Gambaccini e Paolo Pesciatini. Con loro Massimiliano Bacchiet dell’Ufficio sociale del Comune, Riccardo Scali di Cotapi e Claudio Sbrana di Cna Taxi.

«Sia il “Buono Taxi e Ncc” che il “Taxi Amico” sono misure – ha spiegato Gambaccini – che si rivolgono alle categorie più fragili dei cittadini per agevolare il più possibile la fruizione di mezzi di trasporto pratici e sicuri come i taxi per spostarsi in maniera agevole all’interno del territorio comunale». L’assessora ha voluto inoltre sottolineare che nel caso del “Bonus Taxi e Ncc” la fascia di cittadini inclusa tra coloro che possono partecipare al bando è davvero ampia: anziani ultra 65enni, disabili, donne in gravidanza, persone malate o con ridotta mobilità e nuclei familiari con Isee fino a 25mila euro.

Soddisfazione per le misure adottare è stata espressa anche da Pesciatini. «Oltre ad agevolare i cittadini in condizioni di difficoltà – ha detto l’assessore – intendiamo offrire un sostegno concreto e immediato alle categorie dei tassisti e Ncc che sono state duramente colpite dal periodo di emergenza sanitaria, insieme a tutto il comparto del turismo cittadino».

Per accedere al “Bonus Taxi e Ncc” è necessario presentare istanza mediante il sistema online del Comune di Pisa (www.comune.pisa.it/it/servizi) entro le 12 del 30 giugno. Per avere supporto nella compilazione online il richiedente, previo appuntamento, può rivolgersi gratuitamente presso gli sportelli di facilitazione digitale presenti nel Comune di Pisa: Centro polivalente San Zeno in via San Zeno 17, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12, e alla parrocchia di San Ranieri al Cep, il martedì dalle 9 alle 12 e il giovedì dalle 15 alle 18. Possono accedere al contributo, che sarà riconosciuto fino ad esaurimento dei fondi, i residenti con Isee inferiore a 25mila euro, con validità riconosciuta pari o superiore al 33 per cento o beneficiaria della legge 104/1992, appartenenti a nuclei familiari in difficoltà economica, purché certificabile, donne in gravidanza, persone con malattie certificabili da specialista di riferimento e ultra 65cinquenni.

Mentre per "Taxi Amico" la modulistica per ottenere il blocchetto di buoni da 5 euro può essere scaricata dal sito della Società della Salute: www.sds.zonapisana.it. —

Roberta Galli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Il fenomeno

Boato sulla costa, l’ipotesi-bolide: i dati e la prima analisi su cosa ha spaventato mezza toscana

di Luca Centini