Il Tirreno

Pisa

associazione “Nicola Ciardelli Onlus” 

Giornata della Solidarietà una bandiera di pace issata sul ponte di Mezzo

Giornata della Solidarietà una bandiera di pace issata sul ponte di Mezzo

28 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





PISA. Si è conclusa ieri la Giornata della Solidarietà 2021, svolta in un format completamente da remoto, promossa dall’associazione “Nicola Ciardelli Onlus” con la collaborazione del Comune di Pisa e dell’Ufficio Scolastico Provinciale, sul tema “La Costituzione: pilastro dell’educazione civica. Percorsi di conoscenza e promozione dei principi di legalità, cittadinanza attiva e digitale, sviluppo sostenibile”.

Ieri ricorrevano 15 anni dal terribile attentato in cui persero la vita il Maggiore pisano Nicola Ciardelli, i tre carabinieri Franco Lattanzio, Enrico Frassinito e Carlo di Trizio, insieme al giovane militare rumeno Hanku Bogdan.

La giornata è iniziata con tre dirette live streaming della durata di 45 minuti ciascuna dedicate alle scuole secondarie di secondo grado, secondarie di primo grado, primarie e materne. Al termine dei tre collegamenti, alle 12, si è tenuta sul ponte di Mezzo una sobria cerimonia nel corso della quale le autorità cittadine, insieme al colonnello Carmine Vizzuso, comandante del 185º Reggimento della Brigata Folgore e di una rappresentanza del Centro di addestramento paracadutismo hanno issato la bandiera dell’associazione Nicola Ciardelli Onlus.

La “Giornata della Solidarietà” ha coinvolto oltre 150 classi, e ancora una volta, tutti gli istituti scolastici della città, estendendosi ai comuni di San Giuliano Terme, Cascina, Pontedera, Palaia e Fauglia, fino al comune di Livorno, Volterra e addirittura di Contessa Entellina, in provincia di Palermo, grazie ad un collegamento speciale proposto dalla Scuola Normale Superiore.

Si conclude un’iniziativa che, scrive la presidente della Onlus, Federica Ciardelli, «è stata capace di resistere, per il secondo anno consecutivo, alle difficoltà imposte dalla situazione, manifestando la capacità non solo di saperle superare, ma di trasformarle in opportunità e occasioni di crescita per la nostra comunità, fungendo da collante per l’intera città; segno evidente della sensibilità che Pisa dimostra di fronte ai valori di pace, solidarietà e Inclusione, custoditi e trasmessi dalla memoria». Parole di apprezzamento anche dal provveditore Fabio Pagliazzi e dal sindaco Michele Conti. Il coinvolgimento è stato espresso attraverso la realizzazione di un elaborato nell’ambito del concorso bandito, con termine prorogato al 18 maggio. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La ricostruzione

Morto in moto a Grosseto, chi era il dentista Lapo Bernardi e la testimonianza: «Ho visto la manovra fatale»

di Maurizio Caldarelli