Il Tirreno

basket serie b  

Il Golfo si gode l’impresa strepitosa di Cesena Ora i gialloblù sono fuori dalla zona playout

Francesco Massei
Il Golfo si gode l’impresa strepitosa di Cesena Ora i gialloblù sono fuori dalla zona playout

Se il campionato si chiudesse oggi la Solbat sarebbe salva, ma il futuro resta un’incognita per i tanti recuperi da giocare

27 aprile 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Francesco Massei

PIOMBINO. È stato un lunedì a dir poco positivo quello vissuto in casa gialloblù.

Il 73-76 maturato domenica a Cesena ha regalato alla Solbat una vittoria tanto importante quanto sudata: dopo 40 minuti tiratissimi, con il Golfo che ha operato il sorpasso sui cesenati a un minuto dalla fine (grazie alla fiammata di Bianchi, due triple nel giro di 50 secondi) per poi ipotizzare la vittoria finale con la bomba di Venucci, Piombino è riuscita a espugnare il diffide parquet del Carisport.

Due punti importantissimi dicevamo, perché proiettano gli uomini di coach Cagnazzo fuori dalla zona playout. Finisse oggi il campionato, la Solbat sarebbe salva senza passare dai playout.

Sulla classifica però pesano i numerosi recuperi (ben 12 quelli che si disputeranno da qui al 10 maggio) delle tante sfide rinviate causa Covid: gli stessi gialloblù ad esempio dovranno giocare ad Alba il 9 maggio la gara originariamente in programma il 28 marzo.

Ciò che è certo però è che i due punti conquistati da Venucci e compagni a Cesena sono vera e propria linfa vitale per la formazione piombinese. Con un ko domenica quasi aritmeticamente il Golfo si sarebbe “guadagnato” l’approdo ai playout e invece, grazie alla strepitosa affermazione in Romagna, ha clamorosamente riaperto anche la lotta per le ultime due posizioni playoff.

La stessa Cesena infatti, settima forza del campionato insieme a Imola (con cui peraltro i gialloblù avrebbero lo scontro diretto in proprio favore) dista solamente due lunghezze e come da calendario, ha in programma due trasferte a dir poco difficili in casa della Libertas Livorno e di Chiusi, mentre nel prossimo turno sono in programma numerosi scontri diretti: Firenze riceverà Imola, mentre Empoli ospiterà Alba.

Guai però a fare troppi calcoli: la classifica è come detto falsata dalle numerose sfide non giocate (basti pensare ad esempio che Cecina, concorrente dei piombinesi, dovrà recuperare ben cinque partite a partire da quella di domani sera contro Oleggio) e non permette di trarre conclusioni e ipotesi.

Anche perchè le squadre che stazionano con un piede nei playoff e l’altro nei playout sono tantissime: Imola, Cesena, Oleggio, Alba, Cecina, Empoli, Firenze oltre alla stessa Piombino. Con la sconfitta a Faenza invece, Ozzano si è praticamente condannata alla partecipazione agli spareggi per non retrocedere: gli emiliani sono la prima delle quattro squadre che prenderà ai playout. Calcoli a parte, per i gialloblù c’è un’unica certezza ed è quella più importante: la Solbat potrà giocare le ultime due regular season avendo la consapevolezza di poter evitare i playout nel caso in cui arrivasse una doppia vittoria.

Domenica al Palatenda sarà di scena la Mamy Oleggio, in piena crisi e reduce da cinque sconfitte consecutive ma che domani recupererà un’altra sfida non giocata, quella con Cecina. Insomma, un’occasione da non fallire per avvicinarsi sensibilmente all’obiettivo salvezza dopo una stagione a dir poco travagliata, tra Covid e infortuni. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Lo schianto

Morto a 32 anni in Autostrada a Carrara: chi era Samuel e le prime ipotesi sulla tragedia