Il Tirreno

Turismo

Spiagge all’asta, un Comune elbano (primo in Toscana) le ha già aggiudicate: «Ora le imprese hanno un futuro»

Spiagge all’asta, un Comune elbano (primo in Toscana) le ha già aggiudicate: «Ora le imprese hanno un futuro»

Le undici concessioni marittime messe a bando sono tornate agli attuali concessionari

13 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





RIO. «Ci ho ripensato? Nemmeno per idea. Forse non mi conoscono». Il sindaco del Comune di Rio Marco Corsini lo aveva anticipato al Tirreno, replicando all’ennesimo attacco sferrato nei suoi confronti dai balneari, per aver scelto di mettere a gara le concessioni marittime, in linea con quanto previsto dalla Direttiva comunitaria Bolkestein.

L’unico primo cittadino ad aver avviato la gara, il primo sindaco della Toscana, almeno questo è quanto risulta agli addetti ai lavori locali, ad averla conclusa. Nella giornata di ieri, infatti, si sono concluse le procedure di gara per l’assegnazione delle nuove concessioni demaniali in aree balneari nel Comune di Rio in applicazione della direttiva europea Bolkestein. Una rivoluzione, da una prospettiva. O forse una tempesta in un bicchier d’acqua, dopo mesi di polemiche con il piccolo comune di Rio come epicentro. Sì, perché, delle undici concessioni marittime messe a bando, undici sono tornate agli attuali concessionari.

L’epilogo

La commissione esterna nominata dall’amministrazione comunale ha aperto le buste contenenti le proposte/offerte presentate dai concorrenti e le ha positivamente valutate. «Tutte, stimolate dal possibile confronto concorrenziale, hanno offerto progetti di forte miglioramento della qualità dei servizi nell’uso del bene pubblico a tutto vantaggio del territorio e della sua attrattività turistica – spiegano dal Comune – Le operazioni di gara si sono rivelate abbastanza semplici per il ridotto numero dei partecipanti. Delle undici concessioni messe a bando i vincitori sono stati i concessionari uscenti, che si vedono così titolari per i prossimi anni delle concessioni che avevano già».

Non da subito

Le nuove concessioni, come anticipato dall’amministrazione comunale di Rio, scatteranno a partire dal primo di ottobre. E quindi alla fine della prossima stagione balneare. E la durata delle nuove concessioni. Dai 4 ai sette anni, « a seconda delle dimensioni fisiche ed economiche della concessione». I nomi dei nuovi concessionari, anche se si tratta come detto degli stessi che hanno gestito le spiagge fino ad oggi, saranno pubblicati sul sito del comune nelle prossime ore nei verbali di gara.

Il sindaco soddisfatto

«Ho sempre detto che la Bolkestein va saputa gestire – ha commentato il sindaco di Rio Marco Corsini – e il risultato dell’operazione, certamente favorito dalla specificità del contesto, lo dimostra. Ha vinto chi ha dimostrato un vero interesse a lavorare e a migliorarsi, chi ha avuto il coraggio di mettersi in gioco senza temere la concorrenza. Finita l’incertezza giuridica, i nuovi concessionari avranno stabilità di prospettive e di investimenti per un tempo certo».

«Noi – ha aggiunto il sindaco del Comune di Rio – siamo andati diritti per la nostra strada e non possiamo che essere soddisfatti: abbiamo, fra i pochissimi, rispettato le regole, non abbiamo deluso praticamente nessuno dei nostri operatori e il territorio – ha concluso Marco Corsini – ne esce migliorato nella qualità dei servizi».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime
La tragedia

Le regalano lo scooter per i 18 anni: ragazza si schianta e muore

Cinema in Toscana