Il Tirreno

La tragedia

Elba, malore mentre lavora in cucina: morto a 56 anni

di Gabriele Buffoni
Elba, malore mentre lavora in cucina: morto a 56 anni

L’uomo, originario di Bari, da otto stagioni era in cucina al BarsaTime di Sant’Andrea. Vani i soccorsi di due medici presenti in sala: hanno usato anche il defibrillatore

28 giugno 2023
2 MINUTI DI LETTURA





MARCIANA. Ha iniziato a lamentare con i colleghi un improvviso dolore alla pancia. Un’avvisaglia mentre era intento a lavorare alla sua postazione all’interno delle cucine del BarsaTime Bistrot di Sant’Andrea, dove ormai era impiegato stagione dopo stagione da otto anni come lavapiatti. Poi, la tragedia. L’uomo si accascia a terra, privo di sensi. Un istante di terrore in cui il ritmo frenetico della cucina del ristorante sulla spiaggia di Sant’Andrea si ferma, raggelato dal terrore. Poi l’allarme esplode, i colleghi della cucina si precipitano in sala chiedendo aiuto. Ma nonostante gli immediati tentativi di rianimarlo, per un uomo di 56 anni originario di Bari non c’è stato niente da fare. La sua vita si è spenta ieri sera, poco dopo le 20. Probabilmente per un infarto conseguente a un malore improvviso.

A nulla sono serviti i soccorsi prestati anche da un medico lombardo presente in sala: è stato lui – insieme ad un collega anglosassone, anche lui turista a cena al BarsaTime Bistrot ieri sera – il primo a tentare di rianimare il 56enne. Utilizzando anche il Dae di cui la struttura era provvista e che ha liberato varie scariche prima che al personale sanitario (arrivato sul posto con l’ambulanza della Pubblica Assistenza di Marciana Marina e calatosi dall’elisoccorso Pegaso, decollato da Grosseto, direttamente sulla spiaggia con il verricello) non rimanesse altro che constatare il decesso. Al ristorante sono arrivati in serata anche i carabinieri: il corpo del 56enne è stato trasportato all’obitorio di Portoferraio su disposizione del magistrato che ha previsto nei prossimi giorni l’autopsia per chiarire le cause della morte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Le ultime
Il decreto

Dal governo via libera al Salva-casa: vetrate e sanatorie, le nuove regole