piombino
cronaca

Utilità, originalità, accoglienza C’è chi accetta la sfida rilanciando

In corso Italia 100 con “Fuori giri” torna in città un negozio di accessori per motoDa Mastica all you can eat hamburger più fritti. Cultura e sociale al Caffè La Cittadella


23 giugno 2022 Cecilia Cecchi


Piombino Riportare in città qualcosa che non si trova più, tipo far provare fisicamente caschi per motociclisti. Rilanciare hamburger e fritti, pur ottimi da sé, con l’all you can eat in stile sushi. Oppure ancora non solo cambiare i colori e gli interni di un bar, ma dare alla nuova gestione da subito un’impronta culturale- sociale. Utilità, originalità, accoglienza declinati.


Così in corso Italia 100 (lato acciaierie) ha aperto “Fuori giri” negozio di caschi e materiale da moto, Mastica riparte con panini più fritti a 15 euro e la nuova gestione del bar di Cittadella investe su cultura, letture, sociale. Proposte di commercianti e operatori per rilanciare non solo il settore ma pure le zone dove di trovano a lavorare. Così nell’era degli acquisti online non smettono di nascere – per fortuna – negozi fisici come “Fuori giri”. Perché corso Italia 100? «Scelta più adatta – risponde il titolare Ignazio Albanese –. Abbiamo già un punto vendita a San Vincenzo in corso Italia però d’inverno si fa fatica e i clienti arrivano soprattutto da Piombino. Abbiamo altri negozi a Figline Valdarno, Arezzo, Bologna e dalle valutazioni questa risulta una posizione interessante: vicino al centro, all’area pedonale ma si può arrivare con moto e scooter, perché è importante la prova casco ma anche quella del bauletto. C’è poi lo spazio adatto per l’abbigliamento sportivo per ragazzi Helly Hansen. A settembre valuteremo l’operazione, se varrà la pena coesistere con San Vincenzo o puntare tutto – aggiunge –su Piombino. Da maggio, l’accoglienza è buona».
L’area per le consumazioni in via Cesare Lombroso 5 è rimasta chiusa per mesi: tra inverno e limitazioni pandemia. In funzione sempre solo la cucina di Mastica per prodotti da asporto. Mentre Matteo Bagnoli stava studiando come “ripartire”: «In cantiere l’idea all you can eat, qualcosa che sicuramente i ragazzi avrebbero apprezzato. Così dopo prove in cucina e valutazioni – spiega – ecco la proposta 2022: il primo all you can eat di hamburger e fritti in Italia. La proposta da 15 euro, che comprende panini e fritti no stop, tutte le sere. Sinceramente dal 9 giugno un po’ tutti sembrano apprezzare assai!».


Per il bar del museo archeologico del territorio di Populonia, che ora si chiama Caffè letterario La Cittadella, non si è trattato solo di un cambio di gestione. Ad occuparsene c’è Angela Ilari, a lungo manager Tiemme: «Ma avevo deciso da tempo – racconta – di rientrare a tutti gli effetti nel mondo sociale. Da qui la costituzione della cooperativa sociale Il Riccio di Grosseto, insieme all’amico avvocato Alessandro Bocchi che resta solo il presidente. Ne sono amministratore delegato e socio lavoratore. Da qui l’affidamento del bar e di vari servizi proprio per assicurare opportunità di lavoro a soggetti svantaggiati anche ragazzi. Il mio sogno più grande – conferma Angela – era unire cultura cibo vino e il Caffé letterario è una opportunità eccellente. Già da giugno e fino a settembre ospiteremo la rassegna “Piombino Cult” all’insegna della cultura, dell’arte e della musica. A breve replicheremo l’esperienza La Cittadella dentro il villaggio Mare Verde e ci stiamo occupando anche dei servizi igienici pubblici di Baratti. Con un corridoio umanitario potremo dare sostegno a una famiglia afghana e a tre profughi ucraini. Grande collaborazione nell’accoglienza, come già accaduto negli eventi per i bambini ucraini, con Misericordia e Pubblica assistenza».

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.