piombino
cronaca

Pista ciclabile a Piombino, sì degli operatori: «Un volano per tutto il turismo»

Promosso il progetto per il percorso da Populonia a Baratti


20 giugno 2022 Sara Chiarei


PIOMBINO. Baratti, perla della costa tirrenica e meta favorita di molti vacanzieri. Inevitabilmente le attività che vi gravitano intorno hanno il polso della situazione circa l’andamento turistico che, a quanto pare, sarebbe partito bene ma non ancora esploso. Il ponte del 2 giugno ha infatti rappresentato un’attrattiva irresistibile per tante persone che hanno scelto il litorale toscano come meta della prima vacanza ma è da questo ora in poi, con la fine delle scuole, che si attende un afflusso più intenso.

Proprio in questi giorni il Comune ha avviato interventi che potrebbero risultare molto graditi ai turisti e non solo, visto che si punta a diminuire traffico e inquinamento dell’area. Sta prendendo forma il primo tratto della pista ciclabile che da Populonia stazione arriverà alla rotatoria sulla Principessa e fino al parcheggio delle Caldanelle. Il secondo tratto andrà invece dalla rotatoria fino a Baratti.

Luca Tognoni, titolare col fratello Marco dell’Agricamping e del BNatural, entrambi in località Caldanelle, saluta positivamente l’avvio dei lavori: «Ben vengano queste iniziative. L’auspicio è che si possano creare collegamenti anche per agricamping come i miei che a oggi non dispongono di tratti ciclabili per arrivare al mare. Cosa che crea un problema non trascurabile».

Quanto al movimento turistico, Tognoni ci confessa che la vendita di frutta e verdura di loro produzione è cominciata un po’in sordina, mentre le prenotazioni ai due camping sono in linea col 2021. «Dopo il boom del 2 giugno c’è stato un rallentamento ci aspettiamo un incremento dopo la prima metà del mese. Lavoriamo bene con gli stranieri, soprattutto olandesi che generalmente optano per una permanenza più lunga».

Anche Manuel Madau che ha inaugurato lo scorso anno il suo Baratti Bike (noleggio di biciclette) evidenzia che il vero e proprio lavoro deve ancora iniziare: «Per quanto riguarda il noleggio per ora la partenza è soft, ma dato che in questi giorni si è chiuso l’anno scolastico credo che già dalla prossima settimana assisteremo ad un aumento di presenze». Baratti Bike dispone anche di alcune bici da bimbo e per la stagione 2022 ai mezzi elettrici ha deciso di aggiungerne anche alcuni muscolari, in modo da garantire un ventaglio di scelta maggiore. «Quanto ai lavori – dice – quando si parla di piste ciclabili io sono sempre favorevole. Trovo sia una buona cosa per il territorio. Molte famiglie che trascorrono qui le loro vacanze amano spostarsi con un mezzo green».

Dello stesso avviso Matteo Dondiero, che con il suo Tuscany Bike effettua servizio di noleggio bici, escursioni sul territorio e scuola mountain bike: «Penso sia una buona cosa, ma secondo me avrebbero dovuto eseguire i lavori al contrario perché trovo più utile mettere in sicurezza quel tratto di strada d’estate particolarmente trafficato, perciò anche più potenzialmente pericoloso. Detto questo il progetto mi piace e lo trovo giusto». «Io ho iniziato la stagione già a marzo – spiega Dondiero – perché c’è un target specifico che prenota appositamente per fare escursioni. Queste ultime settimane in realtà per me hanno rappresentato un periodo tranquillo, consapevole che dalla prossima sarà necessario spingere sull’acceleratore perché inizierà il vero flusso turistico. Ciò che auspico è che su realtà come la mia, di cui si sono accorti persino in Germania, possano accendersi i riflettori anche a livello locale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.