Il Tirreno

Montecatini

Basket

Gema, due punti per la post season

di Raffaello De Maio
Nicola Mastrangelo esterno classe ’98 della Gema
Nicola Mastrangelo esterno classe ’98 della Gema

Un successo contro Rieti stasera blinderebbe il quarto posto e le possibilità di disputare i playoff Coach Del Re: dobbiamo partire dal secondo tempo di Cassino, dai 45 punti fatti e dai soli 29 subìti

30 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





MONTECATINI. La Gema prova a fare il regalo di Pasqua a se stessa e ai propri tifosi nel match in programma stasera al Palaterme (ore 20,30) contro la Npc Rieti, quart'ultima giornata di stagione regolare. Una partita che i rossoblù affronteranno con l'animo decisamente più leggero dopo la salvezza matematica conquistata nel blitz di mercoledì a Cassino, con la voglia matta di farsi un ulteriore regalo: la qualificazione ai playoff.

I rossoblù occupano il quarto posto solitario (e non da ora) con quattro punti di vantaggio sul folto plotone di inseguitrici, e una vittoria contro Rieti aumenterebbe a dismisura le probabilità di conquistare una poltrona nella post season, oltre che a difendere il quarto posto. La squadra laziale ha 20 punti in classifica ed è già condannata ai playout, l'unico obiettivo concreto che può avere è guadagnare il fattore campo nello spareggio salvezza, ed è reduce da una convincente vittoria contro Brianza dopo 4 sconfitte di fila. Una partita che la Gema ha potuto preparare in poco tempo ma col morale decisamente alto.

«L'obiettivo è ripartire dal secondo tempo di Cassino, dai 45 punti segnati e dai 29 punti concessi – dice coach Del Re – vogliamo ripeterci anche contro un'avversaria temibile come Rieti, che mercoledì ha superato una squadra rognosa come Brianza. Vogliamo vincere a tutti i costi e avere un approccio aggressivo sui 40 minuti».

Rieti ha cambiato molto in corsa e dopo aver perso Roderick (tornato negli Usa senza permesso societario) ha ritrovato fiducia con gli innesti di Sulina e Zucca, ottimo giocatore sceso dalla A2. Markovic, 27 punti con Brianza, assieme al lungo molto fisico Cassar e agli esterni Melchiorri e Da Campo, sono i più pericolosi nel gruppo allenato da coach Ponticiello. Montecatini ha 4 partite per mantenere e difendere il suo quarto posto oppure per entrare nelle otto squadre che nei playoff si incroceranno con le prime otto classificate del girone B. Se è vero che l'appetito vien mangiando la squadra rossoblù proverà fino in fondo a conquistare una posizione che si è meritata sul campo, nonostante tutti i problemi fisici che l'hanno colpita sin dal primo giorno di raduno, costringendo coach Del Re ad allenamenti a ranghi ridotti per lunghi periodi, e portando la società a visionare il mercato con attenzione, attendendo comunque il pieno recupero di Angelucci. E la vittoria di Cassino, che porta anche la sua firma, sembra aver dato ragione alla tattica attendista di Meini & co. «Per noi sarà fondamentale essere più concreti e cattivi agonisticamente per centrare il risultato che vogliamo. Il primo obiettivo stagionale è stato centrato, ma ci meritiamo di lottare adesso per il quarto posto, per quanto abbiamo fatto durante questa intensa stagione. Poi vedremo il 21 aprile cosa ci dirà la classifica», conclude coach Del Re.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Il processo

Chiesti 3 anni 6 mesi per Lucarelli, Apolloni e tre amici: l’accusa di violenza sessuale

Sportello legale